Domenica, 12  Luglio  2020  23:23:28


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


I Domenica Avvento

Vangelo-e-Vita-logo-con-sfondoIl termine “avvento” sta a indicare la venuta di qualcuno o qualcosa. Nel vocabolario liturgico definisce il periodo di quattro settimane che apre il nuovo anno, in preparazione al Natale. Il motivo per cui è stato chiamato così è perché ha lo scopo di disporre gli animi al ricordo della venuta storica del redentore, tuttavia la traiettoria si allunga alla seconda venuta di Cristo, quella della fine dei tempi. Il primo avvento spinge il popolo a esultare: «Benedetto colui che viene nel nome del Signore!» (Mt 21,9); il secondo porta a invocare, non senza un briciolo di nostalgia: «Vieni, Signore Gesù!» (Ap 22,20).
 

Questo duplice itinerario guida la disposizione liturgica delle preghiere e delle letture: i giorni fino al 16 dicembre rievocano il secondo avvento, quelli tra il 17 e il 24 dicembre fanno da novena natalizia.

 

In Oriente l’avvento ha caratteri penitenziali che lo rendono simile alla quaresima: la comunità si prepara all’incontro con Cristo con l’astinenza e il digiuno. Ce ne sono tracce anche nella nostra liturgia, ad esempio nel colore violaceo dei paramenti, nella celebrazione eucaristica senza gloria e in alcune pratiche tradizionali, come la vigilia natalizia senza carne. I latini hanno però favorito i sentimenti dell’attesa, in compagnia di personaggi biblici che ne sono modello (Isaia, Giovanni Battista, Maria), e della gioia, dedicando esplicitamente la terza domenica al Gaudete. Tempo di gioia è l’attesa stessa: «Rallegratevi, il Signore è vicino» (Fil 4,4-5).

Tre temi teologici che scandiscono la riflessione di questo periodo sono: il Dio che viene, la speranza, il pellegrinaggio. 1) Il primo esprime l’incontro tra Dio e la storia. Consideriamo Dio l’invisibile, a seguito della sua trascendenza e nel rispetto della sua assoluta santità, ma non l’assente. Egli è l’Altissimo, il “Dio che è”, e al tempo stesso è il Vicino, il “Dio che viene”: ascolta il grido del povero e cammina con lui, «viene a giudicare la terra» (Sal 98,9), per vedere se i popoli camminano sulla via della giustizia, e soprattutto «viene per salvarvi» (Is 35,4). La nascita di Gesù segna l’ingresso del messia: Dio si fa abitante della terra (Gv 1,14), prende un corpo, entra nelle relazioni umane, si fa luogo ospitale per ogni esistenza. Gesù stesso riferisce il motivo della sua venuta: «Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza» (Gv 10,10).

2) Cristo non è però solo il passato ma il futuro. La fede congiunge memoria e profezia, ricordo e fiducia, proclamazione e attesa, nei giorni che si succedono dal natale alla parusia. L’esistenza di un tempo di mezzo invita a metterci in gioco. Il redentore è venuto ma anche noi dobbiamo fare la nostra parte. Di qui l’insistenza dei vangeli sull’esercizio della vigilanza: «Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento» (Mc 13,33). L’imprevedibilità del futuro allontana l’attesa pigra. Siamo come sentinelle che leggono i segni dei tempi per decidere il da farsi, e che annunciano il nuovo giorno. La speranza respinge l’ottimismo di chi dimentica in fretta e il pessimismo di chi vive nell’asprezza; recluta uomini che nei momenti più oscuri sanno rialzare la testa: «Risollevatevi, alzate il capo, la vostra liberazione è vicina» (Lc 21,28). C’è sempre un’aurora aldilà della notte. Se il cuore rimane acceso è perché l’orizzonte non si perde nel nulla, bensì riflette la luce di una presenza: «Cristo Gesù, nostra speranza» (1Tm 1,1).

3) Il terzo tema richiama una specifica condizione della Chiesa: quella di essere un popolo pellegrinante. C’è chi vuole tutto e subito, chi desidera bruciare le tappe e chi si consuma nello spazio di un fiammifero. Il pellegrino sa che la sua via ha un punto di partenza e un traguardo, non è un vagabondo, conosce le distanze, e tiene lo sguardo fisso alla meta, mettendo in conto il disagio della strada. Questa condizione implica la necessità di una conversione permanente. Chi è in viaggio deve sempre fare delle verifiche: procurarsi un bagaglio ma in modo che non lo appesantisca troppo; prevedere delle soste, ma vincere la tentazione di arenarsi; procedere con il proprio passo, ma sintonizzarsi anche con quello degli altri. Pellegrina dell’avvento di Cristo è la Chiesa, e tutta la sua missione consiste in questo annuncio. Una sua illusione sarebbe pensare di procedere in una marcia trionfale, mentre deve costantemente dar prova di resistenza alla tentazione dell’accomodamento e di solidarietà con chi le cammina accanto.

L’Avvento è un momento impegnativo e appassionante, stimola a capire il senso della storia e ci educa all’accoglienza. Per Romano Guardini «è il tempo che ci ammonisce a interrogarci, ciascuno nell’intimo della sua coscienza: Cristo è venuto da me? Io ho notizia di Lui? Vi è confidenza tra Lui e me? Egli è per me dottore e maestro? Ma poi subito l’ulteriore domanda: nel mio intimo la porta è aperta per Lui? E la decisione: la voglio spalancare!».

 

Giovanni Tangorra

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).