Lunedi, 13  Luglio  2020  00:17:46


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


III Domenica di Avvento

battista 3avventoUn sentimento che pervade l’Avvento è, come si è detto, la gioia. Infatti, questa terza domenica è chiamata Gaudete. Nei paramenti, il viola della penitenza si schiarisce nel rosaceo della speranza, e l’antifona d’ingresso prepara l’assemblea con un inno alla gioia: «Rallegratevi sempre nel Signore, ve lo ripeto, rallegratevi, il Signore è vicino» (Fil 4,4.5).

Si può attendere con noia, addormentandosi come le vergini stolte, e si può attendere con passione, spalancando gli occhi, come fanno le vergini sagge. Tutto dipende da chi è per noi colui che attendiamo. Nella fede della Chiesa è il Signore stesso che bussa: «Ecco io sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui e cenerò con lui ed egli con me» (Ap 3,20).

La prima lettura, tratta da Isaia, contiene il brano che Gesù applicherà a se stesso (Lc 4,16-21). Il profeta assiste al ritorno del popolo dall’esilio e lo descrive con scene nuziali. Tuttavia non dimentica gli assenti, gli oppressi, e tutti coloro che non possono sentire l’animo in festa. Guarda allora in lontananza, ed esulta per l’avvento della gioia messianica, quella che il mondo non può dare: viene a fasciare le piaghe dei cuori spezzati, a proclamare la libertà, a far germogliare la giustizia. Un insegnamento del brano è non separare gioia e solidarietà, andare oltre la propria felicità, per condividere il dolore degli altri.

L’interrogativo della seconda lettura è: come prepararsi alla parusia, cioè all’incontro definitivo con il Signore. Si danno dei consigli per orientare il comportamento. Al primo posto troviamo lo “stare lieti”, quelli che vengono dopo sono i mezzi che, secondo san Paolo, producono la perfetta letizia: la preghiera incessante, rendere grazie in tutto, combattere il male, non soffocare le profezie, agire in modo irreprensibile. Nei saluti finali, l’immagine del “Dio che viene” è resa con il bel titolo di “Dio della pace” (1Ts 5,23). La parusia non ci rende estranei alla storia, ma ci trasforma in operai della pace.

Nel Vangelo incontriamo nuovamente l’incantevole figura di Giovanni Battista, nella versione del quarto evangelista. Sottoposto a un incalzante interrogatorio sulla sua reale identità, egli preferisce dire ciò che non è, così da non oscurare la testimonianza nei confronti di chi solo è: il Verbo che si fa carne. In Gv 3,22-23, anche il Battista professa la sua gioia per l’avvento cristologico, proclamandola con l’umiltà: «Ora questa mia gioia è piena. Lui deve crescere; io, invece, diminuire».

La gioia è dunque la nota dominante del giorno. Il mondo odierno dà l’impressione di essere festaiolo, ma se si toglie l’involucro si scoprono le lacerazioni della malinconia. L’uomo è l’eterno mendicante della gioia e non c’è cosa che desideri di più. La gioia dà forza alla vita, è l’olio che mette in moto tutti i suoi ingranaggi. Tuttavia essa non esiste in se stessa bensì sgorga come un dono quando si tocca l’oggetto delle proprie aspirazioni: il bene desiderato, la sensazione di sentirsi liberi, la comunione con gli altri. Per Tommaso d’Aquino deriva dall’aver incontrato l’amore, fino a scrivere che «la carità è incompatibile con la tristezza». Non esiste una tecnica per produrre la gioia e non c’è negozio dove sia possibile comprarla. Un mezzo per conquistarla è donarla, come un sorriso che accende un altro sorriso.  

La gioia della Chiesa è Cristo che viene. Il Vangelo si offre come una “gioiosa notizia” e nelle sue pagine si respira un clima festivo. Non riserva la gioia all’aldilà ma ci dice di farne esperienza già su questa terra. Significa che essa esiste e che è possibile trovarla. San Francesco insegnava la “perfetta letizia”, identificandola con la serenità. In un memorabile racconto spiega a frate Leone che essa può essere scoperta anche nelle esperienze più avverse. La sua sorgente non è nelle cose che si hanno o nelle vicende che ci capitano, ma dentro di noi.

La Chiesa ha la missione della gioia, e ha il dovere di riaccenderla lì dove si sta spegnendo. Per farlo deve seguire l’esempio del Battista: parlare meno di se stessa e più di colui che viene per rendere più felice il nostro mondo. Deve diminuire per far posto a Cristo. Queste parole di Georges Bernanos fanno riflettere: «L’opposto di un popolo cristiano è un popolo triste, un popolo di vecchi. La Chiesa è la depositaria della gioia, di tutto il patrimonio di gioia riservato a questo triste mondo. Quello che avete fatto contro di lei è stato fatto contro la gioia».


Giovanni Tangorra

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).