Domenica, 12  Luglio  2020  23:28:54


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


SANTA FAMIGLIA

SantaFamigliaPRIMA LETTURA

Al centro della storia della salvezza sta la realtà dell’alleanza. I termini del patto sono la proposta di Dio e l’adesione incondizionata a lui da parte dell’uomo (vv. 5-6). Nel caso di Abramo, l’adesione implica la rinuncia a ogni certezza che può venire dall’uomo (cf 15,1­4 e Rm 4,17-20). La promessa di un figlio si realizza nella nascita di Isacco, narrata con ric­chezza di particolari. Un avvenimento biologico, dunque, che porta a compimento i di­segni e i tempi di Dio nella storia.

 

SALMO

Il 104 è nello stile dei “salmi di meditazione”, e traccia a larghi tratti le vicende del popolo d’Israele. Le prime nove strofe, scelte per oggi, ricordano l’alleanza di Dio con i tre mag­giori patriarchi: Abramo, Isacco e Giacobbe, e invitano non solo alla lode, ma anche al­la ricerca del Signore come sorgente di felicità. Si collegano dunque bene alla 1a lettura e al significato generale della festa della Santa Famiglia.

 

SECONDA LETTURA

L’Autore presenta l’esperienza religiosa di Abramo. Tutta la sua vita è stata uno sradica­mento progressivo dalle proprie cose e da se stesso (vv. 8-9), nella privazione di ogni con­creta motivazione che rassicurasse il proprio modo umano di vivere. Ciò emerge soprattutto da due fatti: la sofferta prova della sterilità di Sara, e quindi del­l’assenza di discendenti (vv. 11-12), e la richiesta di immolare il “figlio unico”, il “dilet­to”, sul quale riposavano le promesse divine (vv. 17-18). In entrambi i casi il patriarca ha vissuto un’anticipata esperienza di morte e di vita, che l’Autore della lettera agli Ebrei vede come simbolo della morte e risurrezione di Cristo (v. 9). 

 

VANGELO

I riti di purificazione e di presentazione (vv. 22.24.27b.39) inquadrano l’episodio di Si­meone (più importante 25-35) e quello della profetessa Anna (36-38). La lettura breve ri­porta soltanto una parte dei riti al tempio (22-39) e un sommario sulla crescita di Gesù. Importanza data alla legge (ricordata cinque volte): Gesù è nato “sotto la legge” (Gal 4,4).

Le primissime pratiche a cui partecipa, subito dopo la sua nascita, sono i gesti rituali sta­biliti dalla legge:

– la circoncisione (v. 21. Cf 1° gennaio);

– la purificazione della madre, per cui i poveri potevano offrire anche soltanto due uccel­li (Lv 12,1-8);

– la presentazione al tempio (la Legge non l’imponeva, ma era una pia abitudine pratica­ta dai Giudei ferventi);

– il riscatto del primogenito, che era considerato come appartenente a Dio e doveva essere riscattato (Es 13,12-15).

Luca non dice che Gesù fu “riscattato”, insinuando col suo silenzio che non doveva es­serlo. Inoltre, segnalando il rito della presentazione e ricordando la consacrazione a Dio dei primogeniti, egli suggerisce che Gesù è e resterà perfettamente consacrato a Dio. Gesù sale a Gerusalemme ed entra nel tempio per la prima volta. Qui incomincia e fini­sce il Vangelo secondo Luca. Verso questa città Gesù camminerà per tutta la sua vita: sa­rà il luogo del suo sacrificio e della sua vittoria. Di là avrà inizio l’espansione della sua Chiesa.

Nel tempio Gesù è accolto da Simeone e da Anna, testimoni della speranza dell’Antico Testamento che aspettava il conforto d’Israele (v. 25), il Messia del Signore (v. 26), la re­denzione di Gerusalemme (v. 38), cioè il compimento delle promesse della salvezza. Simeone, ispirato dallo Spirito (nominato tre volte), dichiara che la sua attesa è compiu­ta, poiché i suoi occhi hanno visto in Gesù la Salvezza in persona (v. 30), la luce delle gen­ti e la gloria d’Israele.

Il suo cantico (dello stesso genere letterario di quello di Zaccaria e di Maria) è formato da citazioni del Secondo Isaia (il libro della consolazione) e si apre già alle prospettive uni­versalistiche che Luca riprenderà in tutto il suo Vangelo.

Le parole rivolte a Maria annunciano che Gesù sarà un segno che separerà coloro che lo accettano da coloro che lo rifiutano, e che rivelerà i pensieri nascosti degli uomini. Con la sua sofferenza, Maria parteciperà all’opera del Figlio.

Anna è profetessa, cioè consacrata a Dio e capace di discernere i suoi disegni. È il model­lo della vedova che vive solo per Dio. Luca suggerisce, senza molta precisione, che essa mette Gesù in rapporto con l’attesa della Salvezza.

2,39: ritorno a Nazaret, in Galilea, dopo il viaggio a Betlemme e la salita a Gerusalemme. Secondo Luca, Gesù lascerà ancora una volta la sua città per tornare al tempio, dove ri­marrà per tre giorni (2,41-52). Poi, respinto dai suoi concittadini (4,16-30), lascerà defi­nitivamente Nazaret per prendere la via della Giudea e di Gerusalemme.

2,40: in forma di sommario analogo a quello riguardante Giovanni Battista (1,80) e a quello che conclude il ciclo dell’infanzia di Gesù (2,52), accenna alla crescita umana e spi­rituale del bambino. Sottolinea la “sapienza” di Gesù, nel senso forte che questo termine ha nella Bibbia, e il favore di Dio. I due termini saranno ripresi in 2,52, ma non sono usa­ti per Giovanni Battista (1,80).

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).