Domenica, 12  Luglio  2020  23:14:27


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Battesimo del Signore

battesimo gesuLe prime due letture sono scelte in riferimento al Vangelo. Nel suo battesimo Gesù realizza l'invito di Isaia ad andare a Dio con fiducia, ad attingere gratuitamente l'acqua della sal­vezza (1ª lettura). Giovanni ricorda che chi è nato da Dio (attraverso il battesimo) vince il mondo (2ª lettura). Nel battesimo, prima che Gesù incominci il suo ministero pubbli­co, il Padre lo riconosce come il Figlio suo prediletto e lo conferma nello Spirito Santo.

 

PRIMA LETTURA

Il libro della Consolazione comincia con un annuncio di gioia rivolto al popolo deporta­to. Termina al capitolo 55 con un invito rivolto a tutti a tornare a Dio con fiducia. Il testo ri­portato nella lettura è seguito da una breve evocazione del ritorno, meraviglioso come un nuovo esodo: il deserto sta rinverdendo.

 

Piano del passo riportato dalla liturgia:

- 55,1-3a. Dio invita a un banchetto (cf Prv 9,1-6; Is 25,6-9). Si manifesta la sua gratui­tà, la sua «grazia».

- 55,3b-5. Dio promette un'alleanza eterna, un'alleanza estesa a una nazione «sconosciu­ta» (a meno che il profeta non faccia allusione ai Persiani che, per mezzo dell'editto di Ci­ro, verranno spontaneamente in aiuto a Israele).

- 55,6-9. Il Signore invita alla conversione. Sappiano i peccatori approfittare della sua tenerezza! La grandezza di Dio, ciò che più gli è proprio, è il suo perdono.

-55,10-11. Dio non parla invano. La sua Parola ha un'efficacia infallibile. Questa pro­messa di Dio al suo popolo comprende numerosi aspetti del mistero pasquale: il banchetto eterno e l'Eucaristia che ne è il segno; l'alleanza eterna elargita ad altre nazioni; la grazia: dono, generosità, gratuità; la conversione, la fede nell'amore; la fede nella Parola onnipotente.

 

SALMO

Sono i versetti 2.0.5.6 del cap. 12 di Isaia: un breve canto di ringraziamento dopo l'an­nuncio del ritorno degli esiliati da Babilonia, che chiude la serie delle profezie sull'Em­manuele (cc. 2-12). Ha chiare reminiscenze di Es 15,2 e dei Sal 105,1; 148,13. Allude all'abbondanza dei benefici di cui si godrà nel tempo messianico, e che oggi noi riceviamo a partire dal nostro battesimo.

 

SECONDA LETTURA

La comunione con Dio e con i fratelli nasce dalla fede che ci rende figli di Dio, che ha co­me oggetto Gesù il Cristo, Figlio di Dio (vv. 5-6) e ci stimola a osservare i suoi comanda­menti, a cominciare dalla carità (v. 1). Questa vita di comunione, portata da Cristo all'u­manità, ci fu offerta nel battesimo (« acqua», cf Gv 1,31) e sulla croce («sangue», cf Gv 6,51; 19,34), cioè all'inizio e al termine della sua vita pubblica; eventi in cui si è chiara­mente manifestata la potenza dello Spirito (v. 6). Su questa triplice e concorde testimo­nianza si fonda la manifestazione di Dio nel Cristo suo Figlio (vv. 7-9).

 

VANGELO

Il battesimo di Gesù è una «epifania» (rivelazione) di Gesù di Nazaret come Figlio di Dio (cf 1,1).

È preceduta dalla parola velata di Giovanni Battista: «Dopo di me viene uno...». Questi è più potente di lui, e soprattutto di un altro genere di potenza. Infatti battezzerà non nel­l'acqua della purificazione, ma con lo Spirito Santo (Marco non accenna al fuoco, come invece Matteo e Luca, che forse vogliono alludere al fuoco della Pentecoste e al giudizio escatologico: cfMt 3,12; Lc 3,17).

• Gesù venne da Nazaret - È la prima menzione in Marco del Gesù storico. Egli precisa la sua origine umana, prima di rivelarne l'origine divina al v. 11.

• Fu battezzato da Giovanni - Il racconto del battesimo in Marco è rapidissimo (contraria­mente a Mt 3,14-15). La sua attenzione non si ferma lì, ma sulla rivelazione celeste che se­guirà; e senza altro testimone che Giovanni Battista (in Marco, a differenza di Luca 3,2 1, non c'è il popolo). Egli non ha neppure conservato il dialogo di Giovanni Battista con le folle o i farisei-sadducei. Come se volesse centrare tutto su Gesù solo, che vede aprirsi i cie­li e scendere lo Spirito.

• Il cielo si apre - Terminato il battesimo di Giovanni, «subito» (la parola così caratteristica di Marco, non riportata nella traduzione italiana) la supplica del profeta viene esaudita: «Se tu squarciassi i cieli e scendessi» (Is 63,19).

• Lo Spirito - Il segno che Dio interviene per realizzare le sue promesse è lo Spirito che scende su Gesù, designandolo come il Servo annunciato, come l'Alleanza personificata (Is 41,1.6, 1ª lettura), come il Messia (Is 11,1-2).

• Come una colomba - Il significato dell'immagine è incerto. Forse va messo in relazione con lo Spirito di Dio sulle acque primitive, al momento della creazione (Gn 1,2).

• Tu sei il Figlio mio prediletto - La voce venuta dal cielo (cioè da Dio) si rivolge diretta­mente a Gesù (contrariamente a Mt 3,17). Essa lo designa non solo come servo, profeta, messia, ma come Figlio (cfSal 2,7; Lc 3,22), e «Figlio mio prediletto». Marco riprende la stessa espressione nella parabola dei vignaioli omicidi (12,6), con allusione ad Abramo che chiama così Isacco nella scena del sacrificio (Gn 22,2.12.16). L'espressione è ripresa tale e quale al momento della Trasfigurazione (Mc 9,7).

• In te mi sono compiaciuto - Nell'espressione appare l'idea di una scelta (Giovanni chia­ma Gesù «l'Eletto di Dio», 1,34. Cf Is 42,1). Gesù è scelto per amore perché compia la mis­sione di Figlio che Dio gli affida.

Questa scena è quindi la proclamazione della realtà della missione di Gesù di Nazaret: egli è il Figlio prediletto di Dio, investito dallo Spirito, scelto per compiere l'opera della salvezza.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).