Lunedi, 13  Luglio  2020  00:54:57


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


II Domenica di Pasqua

domenica-in-albisdi Don Roberto Bellarmin Sisi Kayan - Nella seconda domenica di Pasqua (Domenica in albis) si festeggia la Divina Misericordia, festa istituita ufficialmente da Giovanni Paolo II nel 1992. A volerla, secondo le visioni avute da suor Faustina Kowalska, la religiosa polacca canonizzata da Wojtyla nel 2000, fu Gesù stesso.

La liturgia di questa domenica ci prospetta il tema della fede attraverso la figura dell’apostolo Tommaso. Ricordiamolo, questo tempo pasquale mette in evidenza alcuni atteggiamenti, concetti fondamentali dell’operato ecclesiale, che si traducono in una specie di programma di vita. Alcuni di essi sono resi dai verbi: credere, incontrare, testimoniare, correre, annunciare. Pasqua è per ogni cristiano un invito alla configurazione a Cristo morto e risorto, a “passare” con Lui, a fare con Lui il salto decisivo dalla morte alla vita, dalle tenebre alla luce, dal male al bene, dal peccato alla grazia… E’ anche un invito a smuovere i macigni da ogni cuore per “rinascere”. Pasqua è un messaggio di ottimismo, di spinta a farcela: Cristo ha vinto, anche noi vinceremo.

Se la prova più oggettiva della Resurrezione è la tomba vuota (chiamata anche prova negativa), le apparizioni di Gesù alle donne e ai suoi discepoli ne restano la prova soggettiva (detta anche prova positiva). Se tutti hanno potuto vedere la tomba vuota, Lui, il Risorto però, non tutti lo hanno potuto incontrare. Solo alcune persone e ad alcune condizioni. Il Vangelo di oggi si articola proprio intorno a questo.

Siamo abituati a vedere in Tommaso un modello negativo della fede. Infatti viene rimproverato da Gesù stesso: “Non essere incredulo”. Ma è importante quello che viene dopo, ovvero la dichiarazione di fede che fa lo stesso Tommaso dopo il rimprovero di Gesù e dopo che ha visto e toccato: “Mio Signore e mio Dio”. Da modello negativo Tommaso diventa un modello positivo, perché proclama la sua fede nel Risorto come nessun altro ha fatto prima. Infatti bisogna mettersi nell’ottica dell’intenzione dell’evangelista Giovanni che conclude il suo Vangelo con questo passo, indicando che tutto quello che è stato scritto in "questo libro” è per credere in Gesù e chiunque crede in Lui ha la vita.

E’ vero che Gesù ha rimproverato Tommaso, ma gli ha consegnato anche una beatitudine: “Beato chi crede anche senza vedere”.

Come tutti gli apostoli, anche Tommaso ha fatto la sua esperienza di debolezza. Ricordiamo che tutti hanno tradito, ciascuno a modo suo. Ma l’essenziale è essere capaci di rimettersi in cammino e di lasciarsi trasformare dall’incontro con il Risorto, per diventare suoi testimoni e annunciatori del suo amore.

La figura di Tommaso ci ricorda che la fede è un percorso a volte travagliato, non sempre in pianura, un percorso che conosce anche momenti di dubbi.

Bisogna riconoscere che la nostra situazione non è diversa da quella degli apostoli. Si sono rinchiusi per timore delle minacce esterne. Si sono rinchiusi anche rendendosi prigionieri di loro stessi. Qualcuno pure tentando di isolarsi e ritirarsi lontano, è il caso dei discepoli di Emmaus. Spesso ci rinchiudiamo, rendendoci prigionieri delle nostre colpe. Chiudiamo le porte del nostro cuore anche per evitare uno sguardo penetrante di rimorso, per scappare allo sguardo altrui. Allora, volendo scappare dalle minacce esterne, siamo in preda alle nostre paure e finiamo nella disperazione.

Il Risorto va oltre questi muri e ti raggiunge ovunque. Sta là, riconoscilo presente nella tua vita, nella vita del prossimo, nei sacramenti, specialmente nell’Eucaristia.

La figura di Tommaso ci ricorda anche la fede dell’uomo scientifico, quella fede che vuole credere dopo una prova. Anche qui, quante volte siamo tra quelli che cercano i segni particolari, le prove per credere. Le nostre frequentazioni dei vari santuari, spesso alla ricerca dei miracoli… ci riportano su questa scia. Siamo invitati a vivere la fede come “stupore” davanti al Risorto e ad esprimerla in una dichiarazione semplice come quella di Tommaso, che poi è in realtà una vera adorazione: “Mio Signore e mio Dio”.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).