Lunedi, 06  Aprile  2020  05:09:11


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


X Domenica T.O. B

estos son mi madre y hermanosdi Don Fabrizio Micocci - La radicale inimicizia tra il serpente e la donna, tra la stirpe del serpente e la stirpe della donna, è la premessa teologica e storico salvifica alla pagina del Vangelo di Marco che in questa domenica viene a nutrire la nostra vita spirituale. Gesù, il Figlio di Dio fatto uomo nel seno della Vergine Maria, è venuto per cercare e salvare ciò che era perduto. (cf. Lc 19,10 ) E la sua ricerca dell’uomo si è tradotta in una vita donata e consumata per noi uomini e per la nostra salvezza (Simbolo Niceno-Costantinopolitano). Egli passò beneficando e sanando tutti quelli che erano sotto il potere del diavolo (At 10,38): così Pietro descrive a Cornelio l’attività apostolica di Gesù. Eppure le opere compiute dal Salvatore non hanno trovato in tutti la fede accogliente che nelle opere sa vedere la conferma della parole di vita.

Così oggi incontriamo tre atteggiamenti di fronte all’operato di Gesù: l’umano, il diabolico e la fede. Procediamo a ritroso: ci viene mostrata la fede delle folle che vediamo stringersi intorno a Gesù fino al punto che non c’è tempo per lui e per i dodici, neanche di mangiare. La folla riesce a riconoscere l’opera di Dio negli insegnamenti e nei miracoli compiuti da Gesù.

Ma mentre il Salvatore si offre, gli scribi si danno risposte insensate a domande che da tempo si portano dietro. Da dove vengono a costui questa sapienza e questi miracoli? (cf Mt 13,54) Il loro cuore nero fa vedere nero ciò che è invece pienezza di luce: arrivano ad affermare che la salvatrice potestà di Cristo, sia espressione della presenza di satana, l’eterno avversario. Affermazioni di questo tipo sono davvero il segno della cattiva ispirazione che porta ad avere un atteggiamento diabolico, ad essere avversari di Cristo.

Con somma condiscendenza Gesù li chiama e offre loro delle argomentazioni per uscire dal tranello irrazionale di quella risposta e – come spesso accade – il linguaggio delle parabole è l’unico modo per farli riaprire al ragionamento. È come se Gesù ricorda loro la radicale inimicizia delle origini (Gn 3 – prima lettura) per indurli a comprendere che non si può stringere alleanza con il nemico sperando così di sconfiggerlo.

Ma anche la pazienza di Dio si trasforma in giudizio irrevocabile per chi si ostina: arrivare a vedere l’opera del demonio dove invece c’è il dito di Dio è la peggiore delle bestemmie e non può essere perdonata. Vedere il male dove c’è il bene rende figli di satana, discendenza del serpente, e pone nella medesima condizione del demonio che non può essere perdonato perché ha scelto liberamente di invidiare Dio, cioè di vedere il male in Dio. Certo sulla terra l’irrevocabilità sarà solo dopo la morte corporale, ma ciò che ha reso impuro il diavolo e può condannarci in eterno è la bestemmia di vedere il male dove c’è il bene, di vedere satana dove c’è Dio.

Arriviamo così all’ultimo atteggiamento, quello dettato dal buon senso umano dei parenti di Gesù. È come se dicono: adesso sta esagerando, c’è bisogno di riposo, di mangiare… facciamo le cose con misura! Assomiglia un po’ all’ansia di Marta che si preoccupa di molte cose e non riesce a scegliere la parte migliore nell’ascolto della parola di Gesù. (Cf Lc 10,41-42). «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre». La perla stupenda che Gesù ci consegna è una definizione di ciò che è la Chiesa: sono quei cuori che fanno la volontà di Dio e costituiscono la famiglia di Gesù: generandolo nei fratelli come una madre e amandosi da fratelli perché resi figli nel Figlio.

Appena due note: Gesù ci chiama fratelli solo dopo la risurrezione, dopo aver compiuto la redenzione mediante il sacrificio della Croce e la sconfitta della morte. Qui anticipa il dono della fraternità indicandoci il cuore della parentela con il Signore nel fare la volontà di Dio.

Chiamarci madre non va in alcun modo a diminuire la persona e l’opera di Maria santissima madre di Cristo e della Chiesa. Anzi ci associa come chiesa alla missione materna di Maria di generare continuamente nuovi figli di Dio. Si faccia di me secondo la tua parola (Lc 1,38) è la parola che segna l’incarnazione del Verbo, l’inizio della nostra salvezza in una maternità che sotto la croce sarà estesa a tutti gli uomini. «Si faccia di me secondo la tua parola» è semplicemente ciò che ognuno di noi è chiamato a dire e poi a vivere con lo stesso amore e con la stessa perseveranza di Maria SS. per essere davvero al seguito di colui che è disceso dal Cielo non per fare la propria volontà ma la volontà del Padre. (Gv 6,38)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).