Sabato, 04  Luglio  2020  14:04:09


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


XIII Domenica T.O. B

la-figlia-di-giairoServe sempre Gesù, di Don Alfredo Conforti - Quante persone si sono allontanate da Dio a causa di una malattia o di una morte, hanno rinunciato a vederlo buono; ma quanti anche hanno cercato e chiamato un Dio poco conosciuto e poco frequentato grazie al dolore. E diciamocelo, chi di noi non ha alla fine piegato le ginocchia, non ha pianto davanti all'impotenza verso il male che ci ha strappato dall’affetto dei nostri cari?

 

È Il cammino della liturgia che ci fa conoscere Dio, questa domenica il tema è la risposta di Gesù alla malattia e alla morte causa di tante sofferenze per l'uomo.

 

Nel Vangelo di Marco, in un breve tratto di strada della giornata di Gesù ci racconta di due casi opposti: Giairo, il capo della Sinagoga rappresentante della fede ebraica e l'emorroissa senza nome, emarginata per l’ impurità legale e la povertà causata dall’aver consultato troppi medici, che pure non l’avevano guarita.

Queste due persone, due disperazioni, rivolgendosi a Gesù, Gli permettono di rivelare con i gesti il Vangelo di Dio. Attraverso la sua umanità di Gesù opera due miracoli perché... "Dio non ha creato la morte e non gode la rovina dei viventi"(1° lettura).

Cerchiamo, in quest'uomo e in questa donna, quali virtù e disposizioni del cuore gli hanno permesso di ottenere il miracolo dal Signore.

Prima tra tutte l’umiltà. La richiesta del capo della sinagoga che supplica l’avversato Messia :” Mia figlia sta morendo vieni a imporre le mani!" (un fatto che simbolicamente profetizza il passaggio dall’antica Alleanza alla nuova) ci svela la virtù della fede, in grado di comandare Dio. Che mistero grande! -"Io sono Dio TUO" - è il Dio ebraico che per amore si offre: sei padrone di me, sono quello che tu vuoi che io sia. Giairo ne è sicuro, se le mani di Cristo toccheranno sua figlia, lei sarà sanata. Per la sua fede Gesù è disposto a cambiare programma.

 

E di Fede In fede, l'emorroissa, con il suo coraggio , ci rivela una fiducia ancora più grande (che ha passato i secoli attraverso il diffuso culto delle reliquie) "non sono degna di toccare Gesù, ed essere toccata da lui, basta io tocchi un lembo dei suoi mantelli!"

Gesù ancora oggi ci chiede "Chi mi ha toccato?", chiede l'unione tra Fede e sacramenti.

Quanti ne abbiamo ricevuti; altro che toccare Gesù!? Forse il cuore non era abbastanza dissanguato d’amore... e il corpo impoverito dal male e dai medici...

Gesù passa, ci aspetta, aspetta quella Fede dell'emorroissa che ha "rubato" il miracolo e Gesù se lo è lasciato rubare per insegnarci che attraverso il bisogno di guarigione si può instaurare una relazione personale con Lui e ricevere la salvezza: "... vai in Pace".

Non ha nome l'emorroissa, perché chiunque si può rivedere in lei ...vite isolate da un male spesso non solo fisico. Gesù può guarire, ridonare la Pace.

 

Mentre la carità è stata interrotta da un altra opera di carità, a Giairo viene detto di non far perdere tempo a Gesù perché ormai non c'era più nulla da fare. In che abisso di dolore è caduto il cuore di Giairo? Solo Dio ha potuto vederlo e lo ha sostenuto: "non temere, soltanto Abbi fede!". Anche oggi Gesù ripetendo a ciascuno “non temere”, ci chiede la virtù della perseveranza nella fede con la certezza che Lui è al nostro fianco. Ci rivela che la morte anche quando non si può evitare, è solo "un sonno" e, come disse per Lazzaro lui è venuto per svegliarci; la morte non più la fine di tutto.

 

Dio, non sempre guarisce e risorge tutti quelli che ricorrono a lui, non dona miracoli come cerotti, ma ogni miracolo - anche oggi ci sono perché, anche oggi, ci sono cuori che credono e Lo chiamano - ci rivela che colui che crediamo è che ci ama non è estraneo ma soffre quello che stiamo soffrendo noi; e se non toglie il male del corpo è perché ha bisogno di guarire dal male dell'anima e donare qualcosa di più duraturo e santificante.

 

Maria Santissima, la Madre, è colei che non solo ha toccato e creduto più e prima di tutti, per questo ha il potere di chiedere e ottenere presso il Figlio. Quando serve, Lo ha fatto e lo fa ancora oggi, ma per se stessa e per il suo Figlio ha detto al Padre: “Sia fatta la tua volontà”, chiedendo la forza di continuare ad aver fede anche nel dolore, affinché nella Sua amata umanità si facesse uguaglianza (2° lettura) e la ricchezza di Dio, per mezzo della morte di Lui consentisse a molti di entrare nella Vita e a Dio di entrare nel cuore di ogni figlio e farlo "ricchi di ogni cosa nella fede e nella carità".

 

Riflettiamo:

Se per le malattie del corpo siamo disposti a sostenere molti sacrifici, quanto siamo disposti a fare per la malattia del nostro cuore? Chi dobbiamo cercare? La malattia, la morte sono esperienze visibili, ma non dobbiamo scordarci che anche Gesù lo è, visibile nel suo corpo, la Chiesa!

Quand’è l’ultima volta che abbiamo “toccato “ Gesù nei sacramenti: confessione, Eucaristia, Unzione dei malati ..., con fede umile, credibile e credente, non come folla che stringe ma non riceve?

A chi si avvicina a lui, Gesù ripete "talita kum" , alzati dalla terra e da ogni male, vivi e cammina con fede verso il Cielo .

Mai come in questo tempo, serve di rialzarsi con la fede. Come mi ha detto qualche giorno fa, un ammalato grave, ascoltando questo Vangelo, di questi due diversi miracoli: "In ogni modo serve sempre Gesù!".

Sì, abbiamo bisogno di Gesù per poter dire con la figlia di Giairo e con la Madre: "Ti esalterò Signore, perché mi hai risollevato"(Salmo).

 

 

 

 

Serve sempre Gesù

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).