Giovedi, 02  Luglio  2020  10:58:58


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


XXVI Domenica T.O. B

tuseiilcristodi Don Primo Martinuzzi - Ci sembra necessario premettere che una riflessione sulla Parola di Dio, perché sia fruttuosa, deve essere fatta, innanzitutto, creando un clima di silenzio esteriore ed interiore, per favorirne l’accoglienza del cuore; chiedendo, poi, perdono al Signore, con un sincero pentimento dei nostri peccati, ed invocando lo Spirito Santo che, con il Dono dell’Intelletto, illumina la nostra intelligenza affinché possiamo cogliere, della Parola di Dio, i significati profondi, rafforzando la nostra fede e, con essa, i sensi spirituali: la nostra vista interiore, il nostro udito spirituale, il nostro gusto spirituale, etc…

Tutto questo, è solo una preparazione per accogliere il Dono della Parola di Dio che sarà offerto poi durante la Celebrazione Eucaristica, nella prima delle due mense: la mensa del Pane di Vita che è la Liturgia della Parola. “L’incontro con Gesù nelle Scritture ci conduce all’Eucarestia, dove la Parola raggiunge la Sua massima efficacia, perché è Presenza reale di Colui che è la Parola Vivente” (cfr. Gaudete et Exultate, 157). “Le divine scritture”, ispirate da Dio,… comunicano immutabilmente la Parola di Dio stesso e fanno risuonare (nell’assemblea eucaristica) nelle parole dei profeti e degli apostoli, la voce dello Spirito Santo” (Dei Verbum, 21). Come scrive anche Papa Francesco, nella Evangelii Gaudium, nei numeri relativi all’omelia, che è atto liturgico e parte costitutiva della Liturgia della Parola: “l’omelia supera qualsiasi catechesi, essendo il momento più alto del dialogo tra Dio e il Suo popolo, prima della Comunione Sacramentale (EG, 137) “… la Chiesa è Madre e predica al popolo come una madre che parla a suo figlio, sapendo che il figlio ha fiducia… perché sa di essere amato (EG, 139). Inoltre, il predicatore è Presenza Viva di Cristo Sposo che parla alla Chiesa Sua Sposa, e la prepara all’incontro sponsale che raggiunge il suo apice nel momento della Comunione. Infatti: “per questo l’uomo lascierà il padre e la madre, si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne. Questo Mistero è grande: io lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa!” (Cfr. Ef 5,31-32).

Vivendo perciò questa riflessione della Parola di Dio, in preparazione della Celebrazione Eucaristica della Domenica XXVI del T.O., possiamo proporre questi spunti di riflessione: innanzitutto già dall’orazione di Colletta prevista per quest’anno liturgico (Anno B), ispirata ai brani della Sacra Scrittura e aggiunta a quella prevista dal Formulario della “Edizione Typica”, colgo la seguente invocazione: “O Dio… effondi il Tuo Spirito sul nuovo Israele (la Chiesa), perché ogni uomo sia ricco del tuo Dono, e a tutti i popoli della terra siano annunziate le meraviglie del Tuo Amore (che è lo Spirito Santo stesso!). Anche la Prima Lettura coglie questa sottolineatura , riguardante l’azione Spirito Santo: “Mosé disse: “Fossero tutti profeti nel popolo del Signore e volesse il Signore porre su di loro il suo spirito!” ( Nm 11,29). Questa preghiera di Mosé si è realizzata nel popolo della Nuova Alleanza che è la Chiesa, poiché tutti i battezzati sono profeti, re e sacerdoti (sacerdozio battesimale), templi viventi dello Spirito Santo, partecipi della natura divina, membra vive del Corpo Mistico di Cristo che è la Chiesa. “Lo Spirito Santo ha desideri contrari alla carne e la carne ha desideri contrari allo Spirito, e queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste” (cfr. Gal 5,17). Il Battezzato, perciò, guidato dallo Spirito Santo, inabitante in lui, seguendo le Sue ispirazioni, illuminazioni, mozioni, vive l’esperienza che: “i precetti del Signore fanno gioire il cuore... la Legge del Signore è perfetta, dà forza all’anima, rende saggio il semplice… e per chi Lo segue è grande il profitto, poiché da Lui è illuminato” (cfr. Sal 18) (Salmo responsoriale). Inoltre, può vedere quanto sono vere le parole della Lettera di San Giacomo (Seconda Lettura) al riguardo di quanto sia infelice la sorte di chi contrista e soffoca lo Spirito Santo, ricevuto nel Battesimo, per seguire le tre concupiscenze che sono: “la superbia della vita, e soprattutto gli attaccamenti disordinati alle ricchezze materiali e alle persone (Cfr. 1Gv 2,16; Gc 5,1-6). Il brano del Vangelo di Marco, perciò può essere interpretato come la conferma che “dello Spirito del Signore (lo Spirito Santo) è pieno l’universo” ( Sap 1,7) e che anche fuori della Chiesa Egli suscita e guida uomini di buona volontà che operano il bene, anche se non sono battezzati; e che questo bene va valorizzato e non disprezzato: “chi non è contro di noi è per noi” dice Gesù. La “Forza dello Spirito Santo ” ( Cfr. At 1,8) ricevuta nella nostra Pentecoste personale: che è il Sacramento della Confermazione, ed accresciuta con la preghiera, la meditazione quotidiana della Parola di Dio; la Confessione frequente (possibilmente, almeno mensile); la partecipazione alla S. Messa domenicale (e perché no, quotidiana), ed una vita di carità che comporta l’ascesi, perché è crescita in tutte le virtù, attraverso il compimento dei nostri doveri quotidiani (il famoso terribile quotidiano) e la pratica delle opere di misericordia corporali e spirituali, ci permette di vivere la “misura alta della vita cristiana e rispondere alla chiamata universale alla santità. Lo Spirito Santo è chiamato anche “l’Allenatore dei martiri” perché con i Suoi 7 santi Doni perfeziona le nostre virtù che sono come la nostra “muscolatura spirituale” ( padre Plè) perciò ci dà la forza di vivere la radicalità evangelica “… se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala… e se il tuo occhio ti è motivo di scandalo, gettalo via: e meglio per te entrare nel Regno di Dio con un occhio solo anziché con due occhi essere gettato nella Geènna (cfr. Mc 9,43. 47).

“(Gesù)…ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un’esistenza mediocre, annacquata, inconsistente” (Cfr. Gaudete et Exultate, 1).

“Chiediamo che lo Spirito Santo infonda in noi un intenso desiderio di essere santi per la maggior Gloria di Dio e incoraggiamoci a vicenda in questo proposito” (Cfr. Gaudete et Exultate, 177).

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).