Giovedi, 02  Aprile  2020  17:31:35


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


XXX Domenica T.O. B

Mc10 46di Don Paolo Mancini - Il Vangelo di questa Domenica ci presenta uno dei tanti miracoli che Gesù compie nella sua missione pubblica di annunciatore dell'amore di Dio. Gesù stava per andare via da Gèrico insieme ai suoi discepoli quando Bartimèo, un uomo cieco che sedeva lungo la strada a mendicare, probabilmente a causa della sua cecità, sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare ed a chiamarlo insistentemente. Nonostante questo uomo fosse cieco, nonostante non avesse la possibilità di comprendere con tutti i sensi che colui che passava era il Salvatore, con la sua grande fede riconosce il Signore e gli rivolge la sua preghiera con insistenza. In questo povero cieco possiamo vedere ciascuno di noi. Poveri per i nostri limiti, bisognosi di mendicare ciò di cui abbiamo bisogno perché non vediamo il necessario, ciechi non per la malattia, di cui non avremmo colpa, ma ciechi per la durezza del nostro cuore, che non ci fa vedere il Signore cha passa nella nostra vita. A Bartimèo basta poco per riconoscere il Signore, noi spesso non lo riconosciamo nemmeno vedendo e vedendo bene: non lo riconosciamo quando passa nella nostra vita, e pure se lo riconosciamo non ci rivolgiamo a Lui con insistenza e fede come il figlio di Timèo. Dunque Gesù passa e ascolta la preghiera del povero cieco che lo invoca con insistenza «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». Non dice «che io veda!». Non dice «che io abbia quanto mi è necessario perché non sia più costretto a mendicare!». Ma dice « abbi pietà di me!». Vuole la comprensione, la misericordia, l'amore. Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte. Quando vogliamo davvero qualcosa che ci è necessaria nulla ci ferma, nessuno ci scoraggia: questa è la determinazione della vera fede. Gesù si ferma e lo fa chiamare. Lo chiamano dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Ecco la prima conseguenza dell'incontro con il Signore è il coraggio. Il coraggio di alzarci e di rialzarci ogni volta che cadiamo, tutte le volte che siamo a terra. Davanti alla prospettiva dell'incontro col Signore, davanti alla consapevolezza che ciò che lo aspetta è tutto ciò di cui ha bisogno, il povero cieco getta via il suo mantello, balza in piedi e corre da Gesù. Getta via il mantello. Si disfà dell'unica sua certezza, dell'unica cosa che aveva, certo che il Signore provvederà ad ogni sua necessità. Quante volte noi invece non siamo disposti a rinunciare a nulla di quanto ci appartiene per andare incontro al Signore, per farci prossimi a Lui che ci si mostra presente nelle persone che incontriamo ogni giorno nella nostra vita. Allora Gesù gli dice: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». Ecco dopo l'incontro, dopo l'esperienza dell'amore, questo si concretizza nella risposta ai nostri bisogni. Dio si occupa di noi concedendoci ciò di cui abbiamo veramente bisogno. «Che io veda di nuovo!» è la richiesta di Bartimèo. E Gesù glielo concede: «Va', la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo. È la fede che ha operato in lui questo cambiamento. Il Signore è sempre accanto a noi, pronto a venirci incontro, è la nostra fede che deve accoglierlo perché operi in noi la conversione. E questa conversione è efficace ed immediata. La prima conseguenza è la sequela. Infatti subito colui che fino ad allora era stato cieco seguiva Gesù lungo la strada. Chiediamo allora al Signore, in questa XXX Domenica del Tempo Ordinario, che Dio abbia pietà di noi, ci conceda la vista, quella del cuore, quella dell'essenziale, quella che ci serve per riconoscerlo quando lo incontriamo per fare esperienza di Lui e del Suo immenso amore. 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).