Domenica, 05  Luglio  2020  08:43:01


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


VI Domenica di Pasqua /C

holyspiritCiottoli o spugne? - di Enrico Ottaviani, diacono

Il contesto del Vangelo di Giovanni, in questa sesta domenica di Pasqua, è la continuazione dell’ultimo e articolato discorso di Gesù agli apostoli durante l’ultima cena del Giovedì Santo, poco prima dell’inizio della sua Passione. Si capisce dallo scorrere delle sue parole che queste vengono pronunciate con solennità e lasciate in eredità morale a chi lo aveva seguito per le strade della Palestina. Il discorso di Gesù viene spesso interrotto dagli apostoli: prima Tommaso che gli chiede come si può conoscere la via e Gesù gli risponde “io sono la via la verità, la vita”; poi Filippo che vuole vedere il Padre e Gesù lo incalza: “Chi ha visto me ha visto il Padre”; da ultimo Giuda Taddeo (“non l’Iscariota”) che domanda “Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?” e subito scaturisce il brano evangelico di questa domenica. Il Signore apre immediatamente ai due diversi contesti basati sulle scelte che ognuno di noi in modo libero può fare: amare Gesù o non amarlo. È lui il confine, il discrimine che porta alla salvezza o alla perdizione eterna al termine della vita di ognuno. Se uno lo amerà, osserverà la sua parola e di conseguenza, insieme al Padre, Gesù starà con lui e sarà amato dal Padre. Il Padre e il Figlio prenderanno dimora presso ognuno di noi, figli di Dio che amano Gesù. L’intera Trinità albergherà, dunque, presso ognuno di noi! Abitazioni di Dio siamo, templi del suo amore. Ma come sempre sovrabbondante, il Signore, di grazia e misericordia, ancora non si accontenta di tutto ciò e promette anche la presenza dello Spirito Santo, il maestro interiore, che istruisce, suggerisce i pensieri della fede, ci inietta la speranza, ci riempie di carità e ci indica come comportarci di fronte alle diverse sollecitazioni della nostra vita. Ciò presuppone che ognuno di noi tenda bene le orecchie e non dimentichi ciò che ascolta quotidianamente dallo Spirito Santo. Egli spesso è insistente, a volte fastidioso nel ricordarci qual è il nostro dovere e noi rischiamo, non ascoltandolo, mettendolo da parte, di fargli fare la fine del grillo parlante di Pinocchio, di farlo parlare invano e ignorarlo perché ci fa comodo, ma purtroppo a nostro scapito e a quello dell’intera società, che attraverso la nostra mancata risposta riceve un danno. È bene ricordarlo: ad ogni persona è affidata una missione e ciascuno è insostituibile per il compimento di tale missione, solo quella persona può compierla con l’aiuto dei doni dello Spirito Santo.

 

Un testo eloquente sulla funzione dello Spirito Santo è quello del santo Curato D’Ars: “Senza lo Spirito Santo noi siamo come un ciottolo della via. Prendete in mano una spugna inzuppata d'acqua e nell'altra mano un piccolo ciottolo, premete ugualmente l'una e l'altro; non uscirà niente dal ciottolo, ma dalla spugna voi farete uscire acqua in abbondanza. La spugna è l'anima ripiena di Spirito Santo, e il ciottolo è il cuore freddo e duro in cui non abita lo Spirito Santo. Un'anima che possiede lo Spirito Santo gusta un sapore nella preghiera che le fa trovare il tempo sempre troppo corto; ella non perde mai la presenza di Dio”. Ci decidiamo ad essere spugne? Pieni di Spirito Santo e quindi della Trinità?

 

Se questa è la premessa cui tendiamo e lo scopo della nostra vita, non può esservi che pace nel cuore dell’uomo, quella pace che lo stesso Gesù richiama quando dice “vi lascio la pace, vi do la mia pace”. La pace di Gesù non è quella che può darsi l’uomo (assenza di guerra e paura reciproca), ma pace interiore che proviene dalla fiducia in Dio, con la serenità nel cuore. Se Gesù ci ha lasciato lo Spirito Santo è per ricordarci le sue parole, metterle in pratica e compiere opere più grandi di quelle che ha fatto lui, dandoci la sua pace ci rende pacifici, operatori di pace e, secondo il brano delle Beatitudini, anche Figli di Dio. Gesù non lascia un augurio di pace, ma lascia la pace, la dona. Anche di fronte ai turbamenti e ai timori della vita di tutti i giorni, vogliamo conservare la Sua pace perché sappiamo che è con la fede che possiamo contare sempre su Lui, che è con la speranza che sappiamo che questo mondo non è la nostra patria e che c’è vita eterna dopo la morte del corpo, che è con l’amore e la carità fraterna che ci amiamo come Lui ci ha amati e che questo mondo vale la pena di essere vissuto in funzione dell’amore che doniamo.

 

O Signore, vogliamo essere allegri e gioiosi poiché il significato di quel “Se mi amaste” lo abbiamo capito! Non deve provocare più tristezza, come agli apostoli. Abbiamo capito che tornerai da noi e nel frattempo non ci hai lasciati soli, poiché ci hai donato lo Spirito Santo, che ci permette di anticipare ed assaporare il tuo ritorno, e dire, come san Giovanni davanti al sepolcro vuoto, che abbiamo visto e, quindi, creduto.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).