Lunedi, 06  Aprile  2020  05:02:43


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


XXV Domenica T.O. /C

cacciata mercantiIl senso vero delle cose terrene. di Don Giuseppe Chiaramida

Due le parabole che seguono tra questa 25ª domenica del tempo ordinario e la prossima riguardanti gli atteggiamenti verso la ricchezza e quindi il denaro. In genere quando si tratta di questi argomenti si alza subito un muro tra il predicatore e coloro che sono nell’assemblea!!! 

La parabola odierna poi mette ancora più in difficoltà perché sembra lodare un amministratore decisamente denominato disonesto! Tra l’altro siamo in un’epoca in cui di ogni disonestà se ne fa virtù. 

Occorre entrare dentro il testo per capire in che modo Gesù ci racconti questa parabola facendola diventare “Buona Notizia” anche per noi e per la Comunità di sempre. 

Non mi sembra un forzare il testo se confrontiamo il ragionamento del figliol prodigo della scorsa domenica che tra sè dice “mi alzerò e andrò da mio padre almeno li avrò un salario”. Nessuno di noi si è scandalizzato della misericordia del padre se non il fratello maggiore accecato dall’invidia e dal tornaconto personale. 

Nella parabola odierna l’economo tenta anche lui di trovare una risposta alla sua disgrazia e sembra che questo suo tentativo venga quasi riconosciuto dallo stesso padrone. L’amministratore disonesto riceve la lode, anche da Gesù, e non tanto perché riesce ad imbrogliare il  padrone stesso, ma quanto perché riesce a condividere e a ridurre il debito dei poveri...

Ecco a parer mio dove potrebbe stare la “Buona Notizia” di questa domenica. Un amministratore disonesto che nella sua ingordigia e paura di cadere in povertà risolleva comunque le sorti dei poveri.

Queste le parole di Gesù che vogliono essere buona notizia anche per i ricchi di ogni epoca  perché da Gesù in poi anche loro sanno come devono amministrare i loro beni ovvero ridistribuendo ogni eccesso di ricchezza. In questo proprio l’amministratore disonesto diventa quasi un esempio da seguire (E. Bianchi).

L’ingiustizia va sempre condannata e lo stesso Gesù alla fine la chiama mammona cioè qualcosa che ha a che fare con quella iniquità che spesse volte distrugge i rapporti e i cuori umani diventando il vero dio di tanti cuori dominati dall’ingordigia dell’egoismo. 

Enzo Bianchi spiega bene questo passaggio: nel Vangelo di Luca infatti è proprio satana che tenta di condividere la sua ricchezza con l’uomo Gesù asserendo che ogni ricchezza è nelle mani proprie del demonio. Nel Vangelo di oggi l’unico modo per sfuggire a tale schiavitù satanica resta il distribuire, liberarsi, condonare, donare e non soltanto dunque accumulare sempre e solo per se stessi. 

I figli di questo mondo pur di rimanere in piedi riescono con ogni scaltrezza perfino a compiere il bene, mentre per i discepoli di Gesù dovrebbe essere connaturale questa maniera di vivere, che non la si attua solo quando ci si trova con le spalle al muro ma dovrebbe diventare, anzi, deve diventare una realtà essenziale della nostra esistenza e della nostra sequela. 

Ad ogni modo il discorso sulla ricchezza viene quasi archiviato da Gesù, che parlando con i suoi discepoli indica la ricchezza, quella vera, in realtà ben diverse da quelle dove la rintracciamo noi, e cioè nel Regno dei Cieli, lì dove risiede appunto la ricchezza quella vera. Poi Gesù definisce ancora roba di poco conto ogni umana certezza.

A loro volta le Letture che precedono il Vangelo ci serviranno infatti per uscire da ogni forma di farisaica religiosità.   Paolo Apostolo indica ben chiaramente a Timoteo quali che sono le attività primarie della vita e della giornata dei discepoli del Signore: pregare in ogni luogo, alzando al cielo mani pure e non soltanto purificate da una certa sterile ritualità così come accade per la comunità alla quale è destinato il libro e la voce del profeta Amos. 

Buona domenica 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).