Giovedi, 02  Aprile  2020  20:34:34


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Presentazione di Gesù al Tempio

Presentazione di Gesù al Tempio di Vittore Carpaccio 6di Padre Carlo Rossi, omv (Vicario episcopale per la Vita consacrata) - Domenica 2 Febbraio, quaranta giorni dopo la Solennità del Natale, la Chiesa ci invita a celebrare la Festa della Presentazione di Gesù al tempio.

Tale festività è conosciuta in Oriente come “Festa dell'incontro” e in Occidente “Candelora”. Quest'ultima denominazione è un esplicito riferimento al suggestivo rito che precede l'Eucaristia di questo giorno, cioè la benedizione delle candele. In effetti, però, nell'invito del celebrante, che precede la benedizione e la processione dei fedeli con la candela accesa tra le mani, troviamo entrambi i significati. Viene, infatti, ricordato che nel rito della Presentazione, compiuto da Maria e Giuseppe, si è realizzata la profezia di Malachia, che ascoltiamo nella I Lettura, cioè l'incontro del Signore con il Suo popolo, che l'attendeva nella fede. E, come i santi vegliardi Simeone ed Anna, guidati dallo Spirito Santo, vennero al tempio e, illuminati dallo stesso Spirito, riconobbero il Signore, così i fedeli con le candele accese tra le mani sono invitati ad entrare nella sala liturgica, per andare incontro al Cristo.

L'evangelista Luca, nel racconto della Presentazione, concentra la dinamica dell'incontro nella figura del vecchio Simeone. È un uomo anziano, ma ancora capace di sperare. “Aspettava la consolazione di Israele e lo Spirito Santo era su di lui”. Ed è proprio lo Spirito che lo porta a posare lo sguardo sul volto di quel bambino, a prenderlo fra le braccia e a benedire Dio che gli aveva concesso la grazia di contemplare la realizzazione della Salvezza, a lungo attesa, riconoscendo in quel bambino la Luce delle genti e la Gloria del Suo popolo.

In questa prima domenica di febbraio, inoltre, si celebra la Quarantaduesima Giornata Nazionale per la Vita. Tale coincidenza, quest'anno, con la Festa della Presentazione, appare, in certo modo, del tutto provvidenziale. Il bambino Gesù, stretto nell'abbraccio del vecchio Simeone, si presenta come l'icona più significativa per sottolineare l'intento di questa Giornata. In tale abbraccio, infatti, riconosciamo come la Vita è realmente un dono meraviglioso, da accogliere, custodire e proteggere dal suo inizio fino alla maturità piena dei giorni che Dio ci concede di vivere. E, con la pace e la serenità che scaturiscono da tale incontro, il Santo Vecchio pronuncia parole con cui si abbandona con fiducia ed umiltà nelle mani del suo Signore.

In questo stesso giorno, poi, siamo chiamati alla celebrazione di un altro evento importante, cioè la Ventiquattresima Giornata Mondiale della Vita Consacrata.

All'inizio del suo racconto, Luca fa riferimento al comando del Signore di consacrare a Lui ogni primogenito. Il bambino, ricevuto ed accolto da Maria con profonda disponibilità alla volontà di Dio, viene da lei e da Giuseppe offerto allo stesso Signore come dono “sacro a Lui”. È quasi una restituzione di quanto si riconosce di aver ricevuto per puro amore. E in ciò possiamo intravvedere l'essenza più profonda della missione della Chiesa nel mondo: accogliere ed offrire il Salvatore.

Ed è proprio questa la ragione che spinse nel 1997 il Santo Padre Giovanni Paolo II ad istituire la Giornata Mondiale della Vita Consacrata nel giorno della Presentazione di Gesù al tempio. Secondo le sue stesse parole, infatti, si desume che tale festività “costituisce così un'eloquente icona della totale donazione della propria vita per quanti sono stati chiamati a riprodurre nella Chiesa e nel mondo, mediante i consigli evangelici, i tratti caratteristici di Gesù vergine, povero e obbediente” (esortazione apostolica Vita consecrata, n. 1).

In quest'anno, per la prima volta, tutti i Consacrati e le Consacrate della Chiesa di Tivoli e Palestrina, il 1° febbraio, ai Primi Vespri della festività odierna, si ritroveranno presso il Santuario N. S. di Fatima in San Vittorino con il nostro Vescovo e con i Fedeli delle due Diocesi, unite nel medesimo Pastore, per ringraziare insieme il Signore per il grande dono della Vita Consacrata.

Oltre al motivo del ringraziamento e dell'espressione della stima per tale dono da parte dell'intero popolo di Dio, san Giovanni Paolo II, nel suo 1° messaggio in occasione di tale giornata, sottolineava un'ulteriore motivazione, riguardante gli stessi Consacrati: “Il terzo motivo riguarda direttamente le persone consacrate, invitate a celebrare congiuntamente e solennemente le meraviglie che il Signore ha operato in loro, per scoprire con più lucido sguardo di fede i raggi della divina bellezza diffusi dallo Spirito nel loro genere di vita e per prendere più viva consapevolezza della loro insostituibile missione nella Chiesa e nel mondo”.

C'è però un'ultima cosa da aggiungere. Certo la testimonianza delle persone consacrate è fondamentale; ma non bisogna dimenticare che tale testimonianza, come del resto quella di ciascun credente in Cristo, rimane una piccola luce, come quella della candela che stringiamo nelle nostre mani. E questa piccola luce, come la nostra stessa vita, non è esente da contraddizioni, da difficoltà e da sofferenze, come Simeone ricorda alla Santa Vergine: “Anche a te una spada trafiggerà l'anima” (Lc 2,35).

Concludiamo, pertanto, questa riflessione rivolgendo la nostra preghiera alla Madre del Signore, perché accompagni noi tutti ad avanzare nella nostra esistenza e nella peregrinazione della fede, per essere, come lei, veri discepoli del Figlio ed unirci a Lui anche nel momento della croce.

D'altronde, non c'è da temere. La Lettera agli Ebrei ci ricorda, infatti, che “proprio per essere stato messo alla prova e aver sofferto personalmente, Egli è in grado di venire in aiuto a quelli che subiscono la prova” (Eb 2,18).

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).