Sabato, 04  Luglio  2020  07:35:58


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


III Domenica Pasqua /A

emmausdi don Fernando Cianfriglia - Siamo ad una settimana di distanza da quando abbiamo ascoltato dell’apostolo Tommaso che non ha creduto che Gesù fosse apparso, in sua assenza, ai suoi amici. Non aveva visto e non aveva creduto. Solo quando Gesù torna ancora e, su suo invito, vede e tocca le piaghe, allora Tommaso crede con tutto il cuore, pronunciando una delle più alte espressioni di fede che conosciamo: “Mio Signore e mio Dio”.

“Oggi”, nella pagina del Vangelo, ci troviamo su un sentiero insieme a due discepoli che discutono. Gesù si fa loro accanto e, ancora una volta, è una questione di “occhi che non vedono”, non riconoscono Gesù: “i loro occhi erano impediti a riconoscerlo”. Potremmo chiederci sin d’ora: cos’è che impedisce ai loro occhi di riconoscere Gesù? Ai nostri giorni, quando ci accorgiamo di aver perso qualcosa o di cercare una spiegazione, un motivo, una ragione, discutendo ci “perdiamo” a nostra volta e può capitare che non ricordiamo più neanche cosa stavamo cercando. Ci perdiamo in continuazione. Siamo distratti da mille cose.

Questi discepoli tornavano forse alle loro cose, dopo la vicenda della crocifissione di Gesù. Tornano o vanno lontano dal punto in cui lo avevano incontrato. Comunque Gesù si fa vicino e presi dai loro discorsi non si accorgono che è lui. Gesù fa ancora una volta una domanda e lascia che questi amici raccontino. Poi però è lui che parla ed in fondo, come sempre, quello che dice è talmente avvincente e pieno di senso che non possono più fare a meno di lui.

Gesù sembra voler proseguire, continuare il suo cammino, ma si fa sera e i due discepoli lo invitano a restare ancora con loro. Nel loro cuore forse già era buio e col timore di un giorno che volge all’imbrunire, serve qualcuno che dia conforto, che scaldi ancora una sera in cui l’oscurità prende il sopravvento. Un focolare in una casa del villaggio verso cui erano diretti, avrebbe incorniciato un viaggio e una compagnia così bella. E Gesù “Entrò per rimanere con loro”. Gesù non si sottrae all’invito e quando si sedettero per la cena, dopo l’aver spezzato il pane e la benedizione, non fu più possibile vederlo.

In quel momento è come se fossero tornati al Giovedì Santo ed anche se non erano stati presenti allora, si sentirono con la più grande gioia nel cuore: l’avevano incontrato proprio lì, davanti ai loro occhi.

Ma ancora più importante era quello che avevano sentito nel cuore e quello che avevano vissuto, aveva guarito la loro vista. Dall’incapacità a riconoscerlo ad aver capito che era Lui. Avevano una meta – Emmaus – ma avevano “smarrito” il cuore e con esso il fatto che potevano riconoscere Gesù. Lui, che aveva spiegato loro molte cose, scalda i loro cuori e dalla tristezza ritrovano l’entusiasmo, che era l’ennesima cosa che avevano perso. Tristezza, smarrimento, confusione, diffidenza, discussioni, quante di queste cose ci capitano ogni giorno? Cerchiamo di andare tutti verso la “nostra Emmaus” ed è su quella strada che incontriamo Gesù. Si fa vicino e noi potremmo però non riconoscerlo.

Sarà Lui, comunque, a guarire il nostro cuore e all’improvviso anche i nostri occhi si apriranno. Il nostro sguardo sulla vita sarà così intenso che non avremo paura nemmeno di “tornare indietro”, di guardare quei luoghi e quegli eventi da cui volevamo allontanarci. Proprio perché avremo chiesto a Gesù di stare con noi, soprattutto ogni volta che si fa buio nella nostra vita, in qualche modo ritroveremo la gioia e la speranza.

Questo in modo particolare ogni volta che partecipiamo alla Santa Eucarestia, soprattutto ora con la fervida attesa di ritrovarci insieme.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).