Mercoledi, 12  Agosto  2020  05:49:14


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


XIV Domenica T.O. /A

gesu bambinidi Don Henri Gode Mbaw Mbaw - Il mistero del Regno di Dio può essere scoperto solo con il cuore e la forza di amare. Un mondo che è pieno di se stesso e che non sa svuotarsi per lasciare che Dio lo riempia non saprà scoprire Dio.

Il Padre rivela tutto e affida tutto a Gesù perché Gesù, che è uno con lui, è un povero tra i poveri, un mite e umile, un salvatore che dispiega la sua forza nella debolezza e la sua forza nella mitezza. È così che Dio scuote dall'alto verso il basso le nostre fondamentali e false rappresentazioni del divino.

Mentre i farisei si rifiutano di accoglierlo, i piccoli e i poveri lo accolgono. E Gesù lascia che dal suo cuore sgorghi un canto di lode. Non si è lasciato demoralizzare dal rifiuto dell'élite e dalla timida accettazione della gente semplice. Questa deve essere una grande lezione per la nostra vita quotidiana. Partendo dalle nostre preoccupazioni, dobbiamo trovare la strada del ringraziamento all'interno delle situazioni molto difficili che stiamo attraversando. Siamo gente povera che Dio preferisce. La nostra gioia deve scaturire dalle nostre prove e dalla preghiera. La vera gioia consiste nell'entrare nella gioia dell'altro, la gioia di Dio, degli altri, degli uomini, nostri fratelli e sorelle. Accettare di diventare poveri in se stessi e portare il proprio fardello con Gesù per diventare come Lui "mite e umile di cuore". La nostra gioia doveva scaturire prima dell'opera di salvezza e di rivelazione di Dio compiuta a favore dei piccoli e degli afflitti e dei poveri. Un permanente grido di gioia suscitato dalla sconfinata ammirazione che le meraviglie di Dio suscitano nei cuori e nelle menti dei fedeli.

Ma per farlo, dobbiamo essere pronti ad ascoltare l'appello del <poverello> per eccellenza che ci ripete: "Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò riposo". Il Dio di Gesù prende la parte dei poveri, dei piccoli, dei deboli. Sono coloro che si sentono fragili e vulnerabili che accolgono con gioia colui che passa in mezzo a loro "facendo del bene".

Gesù propone un peso leggero. Un giogo che contrasta con il pesante giogo della Legge, il giogo degli scribi e dei farisei che era diventato una camicia di forza di riti, pratiche, divieti e ordini. Il giogo dei farisei è la legge con le sue molteplici estrapolazioni rabbiniche. Così, rispetto all'insegnamento di Cristo che ha come priorità il comandamento dell'Amore di Dio e del prossimo, il sistema religioso dei farisei metteva la Legge al centro di tutto e questo costituiva un vero e proprio giogo per il credente. Con Gesù, l'umanità beneficia di una "Legge" che contribuisce allo sviluppo della persona umana, una legge al servizio dell'uomo.

Offrendoci un peso leggero, Gesù non toglie la stanchezza, le lacrime e il sangue. Egli ci dà il potere di offrirglielo. Egli accetta di unirsi alla nostra disprezzata condizione per rifarla dall'interno e per tracciare un cammino che sarà quello della libertà dei figli di Dio.

Gesù si mostra come colui che vuole a tutti i costi scaricare le nostre sofferenze prendendole su di sé. Vicino a Cristo, la stanchezza diventa non solo sopportabile, ma anche amabile finché cerchiamo di compiere la volontà di Dio. Il sacrificio vicino a Cristo non è più amaro, perché è Lui che porta i nostri fardelli più pesanti. Il giogo del Signore è leggero, poiché egli lo porta per noi.

Oggi dobbiamo anche imitare il Signore. E imitarlo non è solo per evitare di portare agli altri preoccupazioni inutili, ma anche per aiutare coloro che devono sopportarle. E, quando possibile, per aiutare gli altri nel loro compito, nei fardelli che la vita impone loro. Dobbiamo fare in modo che sia nostro dovere liberare gli altri dai loro fardelli come Cristo farebbe al nostro posto. E questo a volte consiste nel fare un piccolo servizio, nel dire una parola di incoraggiamento, nell'aiutare qualcuno ad alzare lo sguardo verso il Maestro per avere un senso più positivo della sua situazione. Significa anche pensare a quegli aspetti della propria vita in cui, a volte senza volerlo, rendiamo la vita degli altri un po' più dolorosa per capricci, giudizi affrettati, critiche negative, mancanza di considerazione, una parola che fa male.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).