Domenica, 19  Settembre  2021  16:05:05


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Insieme anche sul web

 

Vescovo Mauro Parmeggiani

XXVIII Domenica T.O. /A

mt22-1-4 2020Beati gli invitati al banchetto di nozze dell’Agnello! (Ap 19,9)

Il Maestro divino domenica scorsa e in questa domenica ci descrive l’intera storia della salvezza nella sintesi ricchissima e stupenda delle parabole. Gesù parlando della vigna (domenica scorsa), del banchetto e delle nozze, riprende tre immagini familiari per Israele e molto care alla letteratura profetica, e le porta a compimento. Oggi unendo il banchetto alle nozze ci svela pienamente il senso della profezia che ascoltiamo nel profeta Isaia (prima lettura). L’immagine festosa e consolatoria del banchetto è arricchita da un motivo umanamente ben comprensibile: è un banchetto per la festa di nozze. E le nozze sono una delle chiavi di lettura dell’intera storia della salvezza che si conclude nell’Apocalisse con le nozze dell’Agnello (Ap 19,9). Nella parabola di oggi viene detto chiaramente che il banchetto è per la festa di nozze del figlio del re, ma non si parla della sposa come accade anche nella parabola delle dieci vergini (Mt 25,1-13); l’attenzione è concentrata sull’invito alle nozze (che coincide con l’invito al banchetto). È un invito, non c’è mai una forzatura della libertà: l’invito è un regalo, un’attestazione di fiducia, un dono che viene offerto, una convocazione (=ecclesia) per partecipare alla festa. Con un linguaggio che oggi suona quasi retrò è “una grazia”, parola che rimanda alla gratuità dell’invito e del dono.

Quante volte ci mette a disagio l’invito a una festa perché non sappiamo che regalo portare, come sdebitarci, come ricambiare: ma è proprio Gesù che ci rivela che il vero invito è fatto per condividere la gioia e non per avere il contraccambio! (Lc 14,12). Eppure la reazione all’invito lascia sconcertati: i servi mandati a più riprese e chiamare gli invitati vengono ignorati o addirittura insultati e uccisi. Con questa reazione si squarcia il velo della parabola e si comprende che i servi sono i profeti mandati a ripetere l’invito di Dio. E la reazione del Re diventa profezia di morte e distruzione per Gerusalemme, che ci rimanda al lamento di Gesù: «Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati mandati a te, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una chioccia raccoglie i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto!» (Mt 23,37).

Il rifiuto degli invitati non può impedire le nozze! Non ci sono ostacoli che possono vincere o fermare il disegno onnipotente del Re! I servi sono mandati ai crocicchi delle strade, laddove si fermano quelli che non sanno che fare e dove andare: a quelli viene rivolto l’invito, viene indicata la direzione da prendere, il senso di una esistenza passata ad ammazzare il tempo. La mia vita è andare verso le nozze, ma anche la tua vita e la vita di ogni uomo sulla terra è il tempo dato per accogliere l’invito! I servi che vanno ai crocicchi delle strade rimandano alla chiamata dei pagani alla fede (Rm 11,12-15), dal rifiuto d’Israele si è aperta la possibilità della salvezza per noi! E l’invito è per tutti «cattivi e buoni» (Mt 22,10): tutti chiamati a prendere parte al banchetto di nozze.

Potrebbe finire qui, con l’invito misericordioso rivolto a tutti, invito che ci fa subito “rimuovere” la dura reazione del re verso quelli che non hanno accolto il suo invito (Mt 22,7).

Anche grano e zizzania stanno assieme nello stesso campo, ma arriva il momento del giudizio, del discernimento, parola tanto usata oggi per tendere al ribasso, per dire che sì, va bene tutto… No, il Re non è così. La misericordia opera nella verità: «Amico, come mai sei entrato qui senza l’abito nuziale?» (Mt 22,12). Ricordiamo ai nostri fedeli che nelle nozze ebraiche l’abito veniva fornito da chi organizzava la festa di nozze: era una tunica o un mantello dato ad ogni invitato. Questa precisazione aiuterà a tenere vivo il ricordo della veste battesimale data in dote ad ogni invitato al banchetto di nozze. Il Battesimo, porta della fede, ci riveste di Cristo ed è una veste da indossare sempre perché il mondo possa sentire in noi il profumo di Cristo (2Cor 2,15) e vedere in noi i figli rivestiti della veste bella (Lc 15,22), sempre pronti per le nozze dell’Agnello. La veste battesimale si indossa praticando i santi comandamenti, si rinnova con il sacramento della confessione, si custodisce con ogni scelta che facciamo compreso l’abbigliamento esteriore che può rivestirci di pudore o omologarci alla dilagante impudicizia. Sentiamoci beati per l’invito al banchetto di nozze dell’Agnello e ripetiamo con la liturgia della Chiesa: «O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa, ma dì soltanto una parola ed io sarò salvato».

 

Don Fabrizio Micocci,
S. Maria e S. Stefano, Cave

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).