Domenica, 19  Settembre  2021  16:25:50


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Insieme anche sul web

 

Vescovo Mauro Parmeggiani

I Domenica Avvento /B

candela avvento2Tempo, tutt'al più forse lo hai misurato!

Buon Anno! Eh già, oggi per la Chiesa è il primo giorno dell’anno liturgico, il primo giorno in cui viene utilizzato per la prima volta il nuovo Messale, il primo giorno di Avvento, il primo giorno … quanti primi giorni abbiamo passato? Quali emozioni ci hanno dato? Ci sono dei primi giorni che rimangono unici, non ce ne saranno altri di simili neanche lontanamente. Li abbiamo vissuti, probabilmente in pienezza, ci potrebbero aver lasciato un buon ricordo o una delusione. Certamente, dopo quel primo giorno, qualunque ne sia stato l’esito, siamo stati diversi, abbiamo messo, volenti o nolenti, le nostre potenzialità, i nostri talenti a servizio di quanto successo quel primo giorno. Dopo quel primo giorno cosa è cambiato nel nostro modo di fare? Forse siamo stati più attenti, vigili, abbiamo reagito velocemente a quello o all’altro stimolo, alla provocazione di quel momento. Questo sembra ricordare il brano del Vangelo di oggi, che si incastona in un momento significativo del racconto dell’evangelista Marco: tra l’insegnamento del fico (sappiate che egli è vicino, è alle porte […] Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno, Mc 13,29s) e l’inizio del racconto della Passione.

Gesù stesso ci ricorda che dobbiamo essere attenti, vigilanti, veglianti. Perché? Per quale motivo dovremmo esserlo? Perché Egli non vuole sorprenderci spiritualmente addormentati. Egli ha dato il potere ai suoi servi (a noi?!) e ad ognuno di noi ha dato un compito e c’è la presenza di un guardiano, un portiere che vigila su suo ordine. Il brano del Vangelo ci informa che abbiamo il potere (ad ogni potere corrisponde una responsabilità) che viene dall’alto, dei compiti precisi (ognuno il proprio) e qualcuno che vigila (sull’andamento). Avere il potere significa che possiamo fare tutto, ovvero tutto ciò che una coscienza responsabile, retta e ben formata può fare. Siamo, quindi, semplicemente liberi! Ma sappiamo anche che dobbiamo attendere al compito che ci è stato assegnato, che, detto così, sembra una costrizione, qualcosa che sembra non renderci realmente liberi. Ed invece no! Il compito assegnato è unicamente quello di amare, in tutte le declinazioni che le nostre vite hanno, una diversa dall’altra: amare e basta! Amare il Signore ed il prossimo come noi stessi. È tutto ciò che dobbiamo fare o, meglio, essere. Lo so, una cosa è dirlo e un’altra è farlo o esserlo, addirittura. Certo se ci basassimo solo sulle forze umane, riusciremmo per un tratto di strada e poi inevitabilmente ci arrenderemmo. Qui irrompe l’aiuto del portiere, Colui che vigila, il guardiano delle nostre anime, lo Spirito Santo, Colui che ci ricorda le Parole del Signore e che queste non passeranno, Colui che forma una coscienza retta, Colui che ci dà gli strumenti per vincere il male col bene. Sì, ma di nuovo non è facile! È vero, non abbiamo la strada spianata, dobbiamo vigilare, ossia crescere nella fede ed essere pronti all’incontro, alla venuta in qualsiasi ora del giorno e della notte avvenga, in qualsiasi età della vita, in qualsiasi momento. Se lo avremo atteso con fede, in quel momento potremo dirgli: Oh, finalmente, Signore, sei arrivato! È una vita che ti aspetto. È vero qualche volta ho dormito, il compito che mi hai assegnato non l’ho sempre portato avanti diligentemente, ma ci sono stati fratelli che mi hanno amato e aiutato, altri servi, ai quali tu hai dato il potere, che mi hanno fatto uscire da quel tunnel, da quella difficoltà, fratelli che non dormono mai perché ispirati dallo Spirito Santo, il portiere che ci hai lasciato! Quando il Signore verrà saremo giudicati in base all’amore che avremo dato e in modo giusto e misericordioso, nella misura in cui lo saremo stati anche noi.

Quanto sarebbe più comodo appisolarci e dormire, piuttosto che attendere al “gravoso” compito assegnato. Anche se non dormiamo fisicamente, è la nostra vita spirituale che è addormentata, presa tra le mille occupazioni della vita materiale, che pure nella sua misura è necessaria. Ma non deve essere totalizzante. I valori spirituali! Quelli salvano, quelli danno senso alla vita, anche a quella materiale, non l’ultimo cellulare o la bella auto, l’apparire. Quelli sono degni di essere vissuti, perché formano la vita vera da cui scaturiscono le opere. E, invece, ciò che ci propone la società attuale è il consumo, e ne siamo affascinati. Siamo affascinati da tantissimi oggetti, progetti e prospettive, tanto da uscirne consumati nelle risorse personali, materiali e morali. Oppure c’è l’atteggiamento inverso, quello che tutto passa e tiriamo a campare, in cui non ci si prende impegni e si attende qualcosa che spesso non arriverà. Manca qui il senso di una vita, la possibilità di dare un senso al tempo che passa inesorabilmente. A costoro servirebbe una sveglia che, oltre ad indicare l’ora in cui ci si deve alzare, desse anche la ragione per cui farlo. Questo è il mondo, ma noi cristiani, noi che abbiamo una ragione per stare ben svegli (il Vangelo), noi che siamo i servi con il potere consegnato dal Signore, noi che abbiamo un compito specifico, noi che abbiamo lo Spirito Santo che ci assiste, abbiamo la responsabilità di dire la verità al mondo, di far capire a tutti ciò che veramente conta nella vita e oggi più che mai: carità, amore fraterno, solidarietà.

L’Oggi è l’unico tempo di cui possiamo disporre realmente: il passato non ci appartiene più, non possiamo più intervenire su esso, il futuro è soggetto a variabili spesso incontrollabili. Tutto ciò che facciamo può essere solamente espresso nel tempo presente, anche se non devono mancare i progetti per costruire il futuro. In questa ansia spirituale è lecito appisolarsi per quel tanto che basta a riposare il fisico, ma non lo è dormire spiritualmente. Significherebbe sprecare il tempo che ci è dato in dono, una risorsa limitata, di cui non abbiamo il controllo e che tutt’al più forse misuriamo. Molte volte crediamo di poter ammazzare il tempo con vari espedienti, ma è vero il contrario. Se riuscissimo ad impiegare bene quello che ci è concesso, secondo il compito assegnato, ne potremmo ottenere una quantità infinita: l’eternità.

Allora, diamoci subito alle opere buone per la gloria del Signore!

E vegliamo … tutti!

 

Diacono permanente Enrico Ottaviani,
parrocchia Sacra Famiglia, Palestrina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).