Gennaio 2019

Monastero-invisibile

Noi, nell’uomo, amiamo ciò che c’è: la virtù, la bellezza, il valore, ed è per questo che il nostro amore è così interessato e fragile. Dio, invece, ama nell’uomo quello che ancora non c’è, ciò che deve ancora nascere. Dio in Gesù scende nelle fratture e nelle pieghe delle esperienze umane, senza stupirsene, facendole sue e trasformandole in salvezza. Il Gesù cercato, incontrato e riconosciuto “... svela pienamente l’uomo all’uomo e gli fa conoscere la sua altissima vocazione”. 

 

pdf

Scarica il Documento
->Download