Mercoledi, 29  Gennaio  2020  08:38:29


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


La Crocifissione e morte di Gesù

settimana-santa+ Domenico Sigalini

Nella nostra vita convulsa che stenta a perdere tempo, a fare un minuto di silenzio oggi in tutti i posti di lavoro come si è sempre fatto, a staccare la domenica dal lavoro, a sedersi in famiglia con i bambini a giocare, che non trova un momento per fermarsi e prendersi in mano la vita credo che “contemplazione” sia la parola che ci aiuta di più ad entrare nel segreto della nostra vita e nel vivo di quello che siamo stati convocati a fare qui stasera con vari ruoli: il coro, presbiteri, voi fedeli, i seminaristi. La morte di un uomo è sempre una domanda al nostro esistere, la morte sadica di un crocifisso ci turba ancora di più, la morte di uno che si è dichiarato ed è Figlio di Dio ci sconvolge, perché sono accomunate due parole in assoluto contrasto tra loro: Dio e morte. Che noi facendo scempio di tanta nostra tradizione, di tante esperienze di fede che costituiscono il patrimonio delle nostre vite e della nostra storia, arriviamo  a dire e a proclamare con protervia, in strada, alla radio, alla televisione, a scuola che Dio per noi è morto, non c’è, non c’è nemmeno mai stato, è esperienza quotidiana. Questo riguarda la libertà delle persone e forse il cattivo esempio di noi cristiani. Ma se Dio è Dio e la morte è la sua cancellazione non è proprio possibile. Infatti Dio muore in Gesù, in suo figlio che per decisione della SS. Trinità si è fatto uomo. Per contemplare meglio questo mistero proviamo a scandagliare il cuore di Gesù nel suo dialogo con Dio Padre prima delle sua morte sulla croce.
Il grido di Gesù prima di morire, come evidenzia il vangelo di  Luca, sembra di disperazione, di solitudine, di protesta, di delusione. Mi ha lasciato e rinnegato Pietro, la mia squadra non c’è più, ho tentato di prepararne almeno due o tre, ma sono i primi che si sono lasciati sopraffare nel sonno laggiù nell’orto del Getsemani. La mia vita si sta annullando non solo perché muoio, ma perché mi hanno condannato come un delinquente, uno che non osserva la tua legge, uno che bestemmia il tuo santo nome. Con me muoiono i miei ideali, il mondo che ho sognato e che può essere vero e duraturo.
Padre, questi uomini tra i quali io ho deciso di entrare, di farmi uguale, di prenderne le qualità, le idee, l’impostazione di vita perchè sia quello che tu in loro hai messo, ti sei accorto che hanno una potenza di fuoco, una  intelligenza applicata alla cattiveria da far paura, una malvagità senza confini. Non sto dicendo dei soldati che si sono divertiti a torturarmi sotto i colpi dei flagelli, ma anche di quelli che in tutto il mondo ammazzano senza pietà, fanno sevizie senza sentirsi in colpa, fanno saltare in aria persone fragili, dicendo che sei tu che lo vuoi. Sto pensando a quei giovani di questi giorni, che, vestiti di bombe, in maniera lucida, programmata, senza ascoltare il freno che tu in ogni coscienza hai collocato, fanno morire tutti quelli che stanno nel loro raggio di vita, anche se qualcuno non può cancellarti del tutto, avverte nelle profondità della sua persona  appena prima di compiere una assurdità e si ritrae. Come hanno potuto gli uomini e le donne con quel cuore che  abbiamo loro formato arrivare a queste aberrazioni? Danno la colpa a noi, ma noi li abbiamo fatti a nostra immagine e somiglianza.
Io però non sono disperato, mi affido alle tue mani; non sono un kamikaze che disprezza il dolore, la morte; non sono un eroe, mi affido a te, le tue braccia sono la mia gioia, e so che quello che hai promesso all’uomo tu glielo donerai; so che ogni lacrima diventerà rugiada, che ogni dolore si cambierà in gioia, il pianto in sorriso, il male in bene, le tenebre in luce, il rimorso in pentimento, la vendetta in perdono.
Si proprio ogni risentimento, ogni coscienza che abbiamo visto essere molto profonda in Gesù, che avvertiva che  chi lo uccideva non stava solo facendolo morire, ma stava vanificando tutta la sua missione e il progetto del Padre; non era proprio valso niente che si fosse incarnato. Ma Gesù qui è ancora più grande.
Padre ti faccio un’ultima preghiera: in queste tue braccia fa che siano accolti anche questi che mi ammazzano, che mi vogliono spegnere ideali e speranza, che hanno la pretesa di spegnere il tuo stesso grande disegno. Con loro accogli anche tutti quegli uomini e donne che continuano ad aumentare la cattiveria nel mondo.  Perdona loro.
Le stragi di questi giorni insanguinano di vittime innocenti la nostra Pasqua, non è bastato il sangue di Gesù, anch’egli vittima innocente in quella Pasqua di 2000 anni fa. Ora la nostra riflessione si fa preghiera:
Ti prego Signore accogli queste vite nelle tue braccia, dà consolazione a noi che soffriamo per loro, soprattutto a chi  con i propri affetti li curava e voleva loro tutto il bene possibile. Abbiamo un cuore indurito, non sappiamo convivere in pace, dacci la forza che hai avuto tu sulla croce e donaci la gioia della tua risurrezione dagli odi di oggi, dalle vendette di oggi, dagli egoismi di oggi e per la vita senza fine. Aiutaci a riscoprire in noi e in chi ha perpetrato questi orrendi delitti l’immagine tua che ci fa fratelli e donaci il tuo perdono.

 

+ Domenico Sigalini

 

 

 

video-gallery

 

fotogallery

Assemblea Catechisti 2020

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).