Venerdi, 24  Gennaio  2020  20:54:13


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Chiesa, popolo di Dio

popolo-di-Diodi Don Roberto Sisi

Il 30 e 31 marzo si è svolto l’incontro mensile di formazione permanente del clero della diocesi prenestina a San Bartolomeo (Cave). Tra tanti momenti belli che hanno segnato questo tempo di preghiera e di aggiornamento, va dato rilievo alla conferenza di monsignor Giovanni Tangorra sulla «Chiesa come popolo di Dio». Il relatore si è ispirato alla Lumen Gentium del Concilio Vaticano II e alla Evangelii Gaudium di papa Francesco, per spiegare questo concetto. Monsignor Tangorra ha aperto la sua conferenza sottolineando la difficoltà nel dare una definizione precisa della Chiesa, vista la sua complessità. Tra tanti concetti, rappresentazioni e immagini che la Sacra Scrittura e la tradizione offrono per parlare della Chiesa, il Concilio Vaticano II ha messo l’accento sul concetto di «popolo di Dio», per dare una nuova nota cognitiva rispetto alle nozioni di «Corpo mistico » , «Sacramento» o «Comunione», termini molto presenti nel linguaggio teologico ed ecclesiologico dell’epoca precedente il Concilio. Il relatore ha indicato tre ragioni di questa scelta preferenziale, non esclusiva: innanzitutto, si tratta di recuperare la globalità, l’unione, la collettività del popolo di Dio, puntando sull’Io collettivo. Questo accento sulla collettività si pone contro il clericalismo, e vuole recuperare la pienezza dei battezzati. La seconda ragione è quella di recuperare la nozione comunitaria di Chiesa. Dio vuole costituire un popolo e vuole fare alleanza con una collettività.
Essere cristiano significa vivere da cellula, essere parte integrante di un insieme. La terza ragione è quella di dare rilievo alla storicità della Chiesa, che non è una «cosa tutta fatta», ma un germe che deve crescere in un rapporto incisivo con il tempo che viviamo. Questo significa avere tanta passione per il nostro tempo, dialogare con la cultura di questo nostro tempo. Assente all’inizio del Concilio, l’idea della Chiesa come popolo di Dio è apparsa verso la sua conclusione come una vera «rivoluzione copernicana ». Dal punto di vista comunicativo questo concetto era un vero successo. Nei suoi scritti e nei suoi messaggi papa Francesco si pone in questa ottica per quanto riguarda la sua concezione della Chiesa. Possiamo ricordare un gesto inconsueto che fece nella sua prima apparizione pubblica quando i fedeli presenti in piazza rimasero sconvolti, non essendo abituati, nel sentire un Papa chiedere la benedizione del popolo. Quello che sembra strano per il modo occidentale di concepire la Chiesa, è una cosa normalissima per il Sud America, dove il rapporto tra il Vescovo e il suo popolo è molto particolare.
«In questa parte del mondo non è strano che il Vescovo benedica il popolo e che a sua volta il popolo benedica il Vescovo», spiegava monsignor Tangorra, riferendosi alla testimonianza di un vescovo messicano.
L’idea della Chiesa popolo di Dio sviluppata nella Evangelii Gaudium si articola in tre punti: popolo per tutti, popolo generante e popolo in divenire. Con un tale approccio il Papa punta sull’«anti–elitarismo» di una Chiesa che deve accogliere e fare convivere tutti, una Chiesa senza mura, una Chiesa in uscita, una casa aperta per tutti, ma non una dogana. Mettendosi contro ogni clericalismo, il Papa chiede ai pastori di essere facilitatori e non controllori delle grazie.
Il popolo di Dio non è una massa destinataria dell’azione pastorale, ma un’anima, una fede che vive per sé. E’ proprio per questo motivo che il Papa riconosce l’importanza della religiosità popolare, mistica popolare. Il Popolo di Dio è anche un popolo in divenire, «popolo si diventa»:l’identità di un popolo si progetta ed è quindi necessario essere in relazione per essere cristiani.

 

di Don Roberto Sisi
Avvenire Lazio Sette 3 aprile 2016

 

 

 

video-gallery

 

fotogallery

Assemblea Catechisti 2020

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).