Venerdi, 24  Gennaio  2020  22:05:37


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanaAccount Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Per la celerità dei processi matrimoniali

tribunaledi GIOVANNA MARSILI

Favorire non la nullità dei matrimoni, ma la celerità dei processi». È il principio base dei due «motu proprio» di papa Francesco, intitolati «Mitis iudex Dominus Iesus» e «Mitis et misericors Iesus» sulla riforma del processo canonico nelle cause di nullità, rispettivamente del Codice di diritto canonico (Chiese occidentali) e nel Codice dei canoni (Chiese orientali cattoliche). Due, in quanto la Chiesa «respira con due polmoni, l’Occidente e l’Oriente». Con queste parole, monsignor Domenico Sigalini apriva la lectio magistralis alla scuola teologica “Santi Porfirio e Anastasio” il 14 marzo 2016. La pubblicazione di questi documenti aveva dato ai media l’occasione di commentare e interpretare la novità di questa riforma in sensi diversi. La maggior parte vi ha visto un favoreggiamento per la nullità dei matrimoni. Cosa diventerebbe allora l’indissolubilità del matrimonio cristiano? Il punto di questa riforma del processo canonico non era di favorire la nullità dei matrimoni, ma piuttosto la celerità dei processi e semplificarne la pratica.
Accogliendo il messaggio del Papa, il vescovo di Palestrina ha creato il tribunale ecclesiastico diocesano la cui istituzione fu approvata dal Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica con il decreto del 24 Febbraio 2016. La lectio magistralis, oltre alle spiegazioni sui documenti sopra citati, è stata l’occasione per il Vescovo di presentare il tribunale e di spiegarne la missione. Monsignor Sigalini ha da subito chiarito le intenzioni del Papa nel pubblicare questi documenti. Il Papa ha voluto
abbreviare i tempi dei processi e semplificare la pratica, concedendo alle singole diocesi la possibilità di istituire dei tribunali a questo scopo. « Il cuore dei fedeli che attendono il chiarimento del loro stato non sia lungamente oppresso dalle tenebre del dubbio», dice il Papa. Non è quindi necessario allungare così tanto i tempi di attesa perché la Chiesa deve provvedere alla salvezza delle persone. Come il Papa, anche il vescovo Sigalini ribadisce che il matrimonio è “cardine e origine” della famiglia cristiana e che la Chiesa, in quanto Madre, deve essere vicina ai suoi figli separati.
I processi canonici per la nullità dei matrimoni dovranno essere più semplici e accessibili a tutti. Queste sono le novità della riforma: – non c’è più l’obbligo della doppia sentenza conforme, ma una sola sentenza in favore della nullità; – il vescovo diventa giudice unico e ha la possibilità di istruire un processo breve per arrivare alla sentenza; – il vescovo può anche nominare un giudice unico per studiare il caso, se non è possibile istituire in diocesi un tribunale; – i processi si svolgeranno nelle rispettive diocesi, con minori difficoltà dovute a viaggi e spostamenti.
Anticipando quelli che potevano accusare la chiesa di favorire la dissoluzione dei matrimoni, il Vescovo ha detto: « la Chiesa non cancella il matrimonio cristiano indissolubile. Spesso si dice e si scrive che “la Chiesa cancella e/o annulla il matrimonio”. Niente affatto. Non annulla il matrimonio, ma riconosce che non sussistevano le condizioni per celebrarlo, era ed è nullo in partenza». Dire che il matrimonio è nullo vale a dire che non è mai esistito a causa di alcuni vizi a monte.
L’annullabilità invece confermerebbe che il matrimonio è esisto realmente ma ha avuto dei vizi.
Il vescovo ha poi elencato i dodici impedimenti (età, impotenza, legame, differenza di culto, ordine, voto, rapimento, crimine, consanguineità, affinità, pubblica onestà, parentela acquisita), i vizi di consenso e i difetti di forma.
Invitando a evitare il ricorso al processo di nullità del matrimonio, monsignor Sigalini ha affermato la necessità di una catechesi prematrimoniale approfondita sul matrimonio vissuto nell’amore e benedetto dal Signore.
Presso gli uffici di Curia in Piazza Pantanelli, 8, a Palestrina è aperta la cancelleria del Tribunale per gli interessati. Questo il calendario: il martedì (9,30–12,30/15,30–17), il giovedì (9,30–12,30) e infine il sabato (10–12).

 

Avvenire
Lazio Sette 22 maggio 2016

 

 

 

video-gallery

 

fotogallery

Assemblea Catechisti 2020

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).