Musica e solidarietà

santa-ceciliaI musicanti delle bande della diocesi di Palestrina si sono ritrovati ad Olevano Romano lo scorso 20 novembre, per il loro appuntamento annuale. Questa edizione 2016 è stata dedicata alle popolazioni terremotate di Accumoli, in modo particolare per sostenere la loro banda musicale.

Accolto al campo sportivo di Olevano, il corteo si è diretto verso la chiesa di Santa Margherita, dove il vescovo Domenico Sigalini ha celebratola la Messa nella solennità di Cristo Re dell’Universo. I suoni alterni e complementari delle diverse bande hanno accompagnato la preghiera, in un ritmo solenne. Il Vescovo, che ha spiegato nella sua omelia in che cosa consiste la regalità di Gesù mettendo in rilievo lo “scandalo della Croce”, ha anche espresso la sua vicinanza a tutte le popolazioni colpite dal terremoto. “In questa fine dell’anno della misericordia – ha ribadito Sigalini – vorrei che tutte queste popolazioni si sentissero sostenute dall’amore di Dio e dall’affetto di tutti noi”. Il presule, durante l’omelia, ha voluto incoraggiare i giovani bandisti e le majorettes a farsi portatori della “bellezza” che c’è nella musica, troppo spesso abbruttita dalle miserie umane. Il parroco don Ciriaco, nel portare il saluto della comunità cristiana di Olevano Romano, ha voluto consegnare a tutti i partecipanti un ricordo simbolico di questa giornata di festa e solidarietà: un biscotto fatto a forma di corona, simbolo della regalità di Gesù. Erano presenti le Bande musicali di Cave, Palestrina, Olevano Romano, San Vito, Serrone – La Forma, Rocca Santo Stefano, Gallicano nel Lazio, Bellegra, accompagnate dai propri parroci e sindaci. Queste hanno sfilato in un unico enorme complesso musicale di circa 180 elementi, accompagnando il venerato quadro di Santa Cecilia alla volta della Chiesa di Santa Margherita. Nella cena che ha concluso la manifestazione tutti i bandisti e i cittadini hanno voluto esprimere la loro solidarietà alla comunità di Accumoli in una raccolta fondi che ancora continuerà sino ad oggi. La Federazione delle bande musicali cattoliche nasce dalla consapevolezza di quanto variegato e spesso incomunicante sia il mondo bandistico: nella diocesi di Palestrina esistono all’incirca 15 bande musicali, quasi una per paese, addirittura in alcuni casi (Palestrina e Cave su tutti) due. Tutte le bande ruotano attorno alle parrocchie, essendo la loro principale attività quella di prestare servizio nelle processioni e nelle celebrazioni liturgiche in genere. Nonostante ciò, a parte qualche raro esempio, le bande mai sono state tra loro comunicanti, anzi, spessissimo in feroce contrapposizione. Nel 2013, con il sostegno di don Antonello Sio, è stato fatto il tentativo di mettere insieme in una federazione le bande musicali della diocesi. Si scelse volutamente l’aggettivo “cattoliche” per dare una maggiore responsabilità alle associazioni, quella di essere testimoni di carità e misericordia. Così, anno dopo anno, quasi tutti i complessi bandistici della diocesi si sono aggregati in questa esperienza di fede e cultura che sta unendo realtà spesso incomunicanti se non contrapposte.

Incontri, scambi, esperienze comuni hanno fatto scoprire tutto il bello che c’è in un cammino condiviso all’insegna delle fede e della musica. Ogni anno, dal 2013, le bande della diocesi si trovano in un diverso paese, insieme al Vescovo, a festeggiare Santa Cecilia, la cui festa liturgica cade il 22 novembre. Ogni anno sempre più numerose. Ogni volta con un diverso filo conduttore.

 

di Alessandro Pasquazi

Lazio Sette 27 - 11 - 2016