Lunedi, 21  Settembre  2020  15:20:16


calendario I nostri contatti La pagina Facebook diocesanainstagram Account Twitteril Canale Youtubeil Canale Telegram


Da Palestrina al Santuario della Mentorella in sella ad una moto

Domenica 9 aprile (Domenica delle Palme), con partenza da Colle Martino (piazzale Kennedy) alle ore 14,30, si svolge l’annuale incontro di 1 motorino incontro 2015 organizzato dal moto club «Luigi Albertani» e dall’ufficio diocesano di Pastorale sociale e del lavoro e di  Pastorale giovanile. Un incontro che è giunto alla XII edizione.

I vescovo Monsignor Sigalini prenderà parte alla manifestazione montando in sella, da vero centauro, su di una birota ignifero latice incita ossia bi-ruota spinta da un liquido infiammabile, la moto in latino. Da Palestrina il corteo dei biker raggiungerà prima Capranica Penestrina, dove il Vescovo leggerà e commenterà un brano del Vangelo, per terminare il pellegrinaggio al Santuario della Mentorella. Qui è previsto un momento di preghiera dove poter ricordare e pregare per tutti coloro che hanno perso la vita su una moto.

 

Roberto Papa

Direttore Pastorale Sociale

 

A seguire si riportano i testi che verranno letti durante l’incontro.

 

CAPRANICA PRENESTINA

 

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI 12, 1-11

 

1 Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. 2E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. 3Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell'aroma di quel profumo. 4Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: 5«Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». 6Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. 7Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché essa lo conservi per il giorno della mia sepoltura. 8I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me».

9Intanto una grande folla di Giudei venne a sapere che egli si trovava là e accorse, non solo per Gesù, ma anche per vedere Lazzaro che egli aveva risuscitato dai morti. 10I capi dei sacerdoti allora decisero di uccidere anche Lazzaro, 11perché molti Giudei se ne andavano a causa di lui e credevano in Gesù.

 

 

SANTUARIO DELLA MENTORELLA

 

Preghiera del motociclista

 

Ti ringrazio Signore, 

per avermi dato l'impeto del vento, 

l'abbraccio del sole, del freddo e della pioggia. 

Ti ringrazio Signore, 

per avermi fatto vivere la pace grande della notte

quando tutto si nasconde e diventa più vero 

Ti ringrazio Signore, 

per avermi dato il bisogno di pregarti, 

perché tu sai cos'è salire un monte 

gettare il cuore in un filare d'alberi, 

e respirare l'aria gelida di quando si va forte. 

Ti ringrazio Signore, 

per il cielo, le campagne, i fiori, 

per avermeli fatti vedere così diversi e belli, 

e così tanto miei. 

Ti ringrazio Signore, 

per aver dato ogni volta alla mia casa, 

la gioia del ritorno. 

Ti ringrazio Signore, 

per quell'amore con cui hai accolto 

quelli che non sono ritornati. 

 

Amen 

 

 

 

Ricordiamo il nostro amico Luigi Albertani

 

Il ricordo di un amico 

Penso che nessun’altra cosa ci conforti tanto,
quanto il ricordo di un amico,
la gioia della sua confidenza
o l’immenso sollievo di esserti tu confidato a lui
con assoluta tranquillità:
appunto perché amico.
Conforta il desiderio di rivederlo se lontano,
di evocarlo per sentirlo vicino,
quasi per udire la sua voce
e continuare colloqui mai finiti.

David Maria Turoldo

 

MAGNIFICAT

 

L'anima mia magnifica il Signore 

 e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà della sua serva. 

 D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente 

 e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia 

 si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, 

 ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, 

 ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, 

 ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, 

 ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, 

 ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

 

 

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Come era nel principio e ora e sempre,

nei secoli dei secoli.

 Amen

 

“Nostro fratello Giuda” di Don Primo Mazzolari 

 

Povero Giuda. Che cosa gli sia passato nell’anima io non lo so. E’ uno dei personaggi più misteriosi che noi troviamo nella Passione del Signore. Non cercherò neanche di spiegarvelo, mi accontento di domandarvi un po’ di pietà per il nostro povero fratello Giuda. Non vergognatevi di assumere questa fratellanza. Io non me ne vergogno, perché so quante volte ho tradito il Signore; e credo che nessuno di voi debba vergognarsi di lui. E chiamandolo fratello, noi siamo nel linguaggio del Signore. 

Pregherò per lui anche questa sera, perché io non giudico, io non condanno; dovrei giudicare me, dovrei condannare me. Io non posso non pensare che anche per Giuda la misericordia di Dio, questo abbraccio di carità, quella parola amico, che gli ha detto il Signore mentre lui lo baciava per tradirlo, io non posso pensare che questa parola non abbia fatto strada nel suo povero cuore. 

E lasciate che io domandi a Gesù, a Gesù che è in agonia, a Gesù che ci accetta come siamo, lasciate che io gli domandi, come grazia pasquale, di chiamarmi amico.

La Pasqua è questa parola detta ad un povero Giuda come me, detta a dei poveri Giuda come voi. Questa è la gioia: che Cristo ci ama, che Cristo ci perdona, che Cristo non vuole che noi ci disperiamo. Anche quando noi ci rivolteremo tutti i momenti contro di Lui, anche quando lo bestemmieremo, anche quando rifiuteremo il Sacerdote all’ultimo momento della nostra vita, ricordatevi che per Lui noi saremo sempre gli amici

 

Decalogo” del conducente

 

  1. I. Non uccidere.
  2. II. La strada sia per te strumento di comunione tra le persone e non di danno mortale.
  3. III. Cortesia, correttezza e prudenza ti aiutino a superare gli imprevisti.
  4. IV. Sii caritatevole e aiuta il prossimo nel bisogno, specialmente se è vittima di un incidente.
  5. V. L’automobile non sia per te espressione di potere, di dominio e occasione di peccato.
  6. VI. Convinci con carità i giovani, e i non più tali, a non mettersi alla guida quando non sono in condizione di farlo.
  7. VII. Sostieni le famiglie delle vittime di incidenti.
  8. VIII. Fa incontrare la vittima e l’automobilista aggressore in un momento opportuno,  affinché possano vivere l’esperienza liberatrice del perdono.
  9. IX. Sulla strada tutela la parte più debole.
  10. X. Senti te stesso responsabile verso gli altri.

 

(Dal “Documento del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti: Orientamenti per la Pastorale della Strada”, 19 giugno 2007)

 

 

Siate accorti ogni giorno.

Date il meglio di voi in ogni occasione.

La vita è la cosa più preziosa che abbiamo.

 

Ragazzi, ricordate sempre:

"Viaggiamo per vivere, e viviamo per viaggiare"

 

 

 

San Colombano

Santo Patrono dei Motociclisti

 

“O Signore Iddio, sradicate, estirpate dalla mia anima tutto ciò che il nemico vi ha piantato. Togliete dal mio cuore e dalle mie labbra tutta l'iniquità, datemi l'intelligenza e l'abitudine del bene, affinché in opere e verità io non serva che Voi solo: io sappia compiere i precetti del Cristo e cercare Voi, o mio Dio ! Accordatemi la memoria, la carità, la fede. Signore operate in me il bene e donatemi ciò che Voi giudicate essermi utile. Amen”

(Giona di Bobbio, La vita di San Colombano, Bobbio, VII secolo.)

 

San Colombano il 23 novembre 2002 è stato ufficialmente nominato santo patrono dei motociclisti, in ricordo della sua vita perennemente in viaggio lungo l'Europa, alla ricerca di persone, esperienze e della trasmissione del messaggio cristiano.

 

 

 

 Visualizza la locandina

 

 

 

 

 

video-gallery

 

fotogallery

ordinazione Josè Manuel Tabilo Carrasco

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per proporti servizi in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca -Per saperne di piu'- . Cliccando su "Approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sull'uso dei cookie

Questo sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazionie servizi online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da questo sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono frammenti di testo che permettono al server web di memorizzare sul client tramite il browser informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo i cookie si distinguono in diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di navigazione (chiuso il browser vengono cancellati)

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.


Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato ("proprietari"), sia da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Questo sito non fa uso di cookie persistenti, è possibile però che durante la navigazione su questo sito si possa interagire con siti gestiti da terze parti che possono creare o modificare cookie permanenti e di profilazione.

 

Come Gestire i Cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Occorre tenere presente che la disabilitazione totale dei cookie può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

Di seguito è possibile accedere alle guide per la gestione dei cookie sui diversi browser:

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

E' possibile inoltre avvalersi di strumenti online come http://www.youronlinechoices.com/ che permette di gestire le preferenze di tracciamento per la maggior parte degli strumenti pubblicitari abilitando o disabilitando eventuali cookie in modo selettivo

Interazione con social network e piattaforme esterne

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante ?Mi Piace? e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Privay Policy

Statistica

 

google-analytics

Google-analytics.com è un software di statistica utilizzato da questa Applicazione per analizzare i dati in maniera diretta e senza l?ausilio di terzi
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

 

Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne

Widget Video Youtube (Google)

Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all?interno delle proprie pagine.
Dati Raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.
Luogo del trattamento: USA
Privay Policy

 

Titolare del Trattamento dei Dati

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

Il "titolare" del loro trattamento è la Curia della Diocesi Suburbicaria di Palestrina che ha sede in Piazza G. Pantanelli 8, 00036 Palestrina (RM).